Uccise il padre in una macelleria, svolta nel caso: assolto Carlo Lo Monaco perché incapace di intendere e volere

Uccise il padre in una macelleria, svolta nel caso: assolto Carlo Lo Monaco perché incapace di intendere e volere

PIAZZA ARMERINA – Svolta nel caso giudiziario relativo a Carlo Lo Monaco, che uccise a coltellate il padre in una macelleria a Piazza Armerina lo scorso 12 agosto per antichi rancori.


La Corte d’assise di Caltanissetta ha disposto la scarcerazione dell’uomo perché reputato incapace di intendere e volere. Lo Monaco era accusato di omicidio premeditato aggravato dal rapporto di parentela.


Il suo legale, Lorenzo Caruso, aveva richiesto una perizia psichiatrica e, una volta accordata, l’esito è stato quello appena esposto.

Con la scarcerazione, però, non si conclude la vicenda per Carlo Lo Monaco che sarà ricoverato in un istituto di cura per i prossimi 10 anni.