Panico in piena città, bracciante agricolo sorpreso in giro con una pistola: indagini in corso

Panico in piena città, bracciante agricolo sorpreso in giro con una pistola: indagini in corso

RAFFADALI – I carabinieri della Stazione di Raffadali, in provincia di Agrigento, nel corso di un servizio di controllo del territorio, hanno proceduto all’arresto di un 57enne del posto, bracciante agricolo, coniugato sorpreso, mentre si trovava in giro per il paese, con addosso una pistola Beretta calibro 7,65 priva di matricola, comprensiva del serbatoio inserito contenente 8 cartucce.

Inoltre l’uomo, sprovvisto di autorizzazione al porto di pistola, aveva altri 3 caricatori ciascuno contenente ulteriori 8 proiettili. L’arma era perfettamente funzionante e praticamente pronta all’uso.


La successiva perquisizione domiciliare, estesa presso l’abitazione dell’uomo, ha consentito di rinvenire altre 19 cartucce e svariati bossoli esplosi.

L’arma e il relativo munizionamento sono stati sequestrati per essere sottoposti ai relativi accertamenti balistici che stabiliranno l’eventuale coinvolgimento dell’arma in episodi delittuosi.

L’uomo su disposizione della Procura della Repubblica di Agrigento è stato posto agli arresti domiciliari nella propria abitazione in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto operato per l’ipotesi di reato di porto abusivo di arma clandestina. Proseguono le indagini dei carabinieri per accertare le motivazioni che hanno indotto l’uomo ad andare in giro armato.