Montevago, aggiudicato appalto da oltre 4 milioni per ristrutturazione alloggi popolari

Montevago, aggiudicato appalto da oltre 4 milioni per ristrutturazione alloggi popolari

MONTEVAGO – Saranno ristrutturati con i fondi del Pnrr gli alloggi popolari di Montevago, in provincia di Agrigento.

Secondo quanto si apprende, infatti, è stato aggiudicato l’appalto integrato, del valore di oltre 4 milioni di euro, per i lavori di efficientamento delle facciate e ripristino degli impianti di raccolta delle acque negli alloggi popolari che si trovano in via XV Gennaio e in corso del Popolo.

Il progetto

Il progetto, presentato dal Comune, è stato finanziato nell’ambito del bando “Sicuro, verde e sociale”, indetto dall’assessorato regionale delle Infrastrutture nel quadro del Programma di riqualificazione dell’edilizia residenziale previsto dal Pnrr.

Il valore dell’intero appalto è di 4.110.712 euro compreso oneri per la sicurezza, Iva esclusa.



Le parole del sindaco La Rocca Ruvolo

Grazie a questo progetto di cui abbiamo seguito l’iter con grande attenzione e impegno – dice il sindaco Margherita La Rocca Ruvolometteremo in sicurezza e riqualificheremo le due palazzine di via XV Gennaio e Corso del Popolo. Aver ottenuto quest’altro finanziamento è un risultato importante, che darà serenità a tante famiglie, frutto di un lavoro di squadra tra l’amministrazione, i dipendenti e i dirigenti comunali e le istituzioni regionali“.

Inoltre: “Ringrazio l’assessore regionale Marco Falcone che, dopo aver visto lo stato in cui versano gli alloggi popolari durante una sua visita a Montevago quando aveva la delega alle Infrastrutture nella scorsa legislatura, ci ha suggerito la strada da intraprendere e ha profuso il massimo impegno affinché il progetto andasse in porto”.

Un ringraziamento va anche al direttore dei lavori, l’architetto Alfonso Cimino, e al responsabile unico del procedimento, il geometra Salvatore Morreale. Come amministrazione comunale continueremo a lavorare per non perdere nessuna delle opportunità offerte dai bandi del Piano nazionale di ripresa e resilienza, un’occasione storica soprattutto per i piccoli comuni come il nostro“, conclude.