Licata, i colpi di arma da fuoco e l’arresto: si dimette il consigliere Gaetano Aronica

Licata, i colpi di arma da fuoco e l’arresto: si dimette il consigliere Gaetano Aronica

LICATA – Il consigliere comunale di Licata, Gaetano Aronica, ha presentato le proprie dimissioni dalla carica attraverso l’avvocato Francesco Cottone.

Ricordiamo che l’ex consigliere si trova agli arresti domiciliari per il tentato omicidio dell’ex socio di un’agenzia di onoranze funebri.


Attraverso le immagini registrate da alcuni sistemi di videosorveglianza, attivi proprio sulla presunta scena del reato, carabinieri e polizia hanno ricostruito la vicenda accertando che al culmine di una lite tra due soggetti uno di loro (Aronica) ha estratto una pistola e ha esploso 4 colpi all’indirizzo del rivale.

Fortunatamente solo un proiettile è andato a segno colpendo il braccio sinistro del contendente. Poco dopo Gaetano Aronica si è presentato spontaneamente agli uffici della compagnia carabinieri di Licata, insieme al proprio avvocato di fiducia, offrendo una precisa confessione di quanto accaduto.

La richiesta delle dimissioni, invece, è stata inoltrata via Pec insieme a una lettera dove si chiede scusa alla cittadinanza, al Consiglio comunale e all’elettorale per i fatti in questione. Poi precisa di non essersi mai tesserato nella Lega.

Il video – che riprende l’episodio in questione e i colpi di pistola esplosi – ha già fatto il giro del web e, pertanto, si è già provveduto a denunciare gli autori, secondo quanto affermerebbe lo stesso Aronica nella missiva, per evitare di strumentalizzare l’accaduto.

Fonte foto IlMattino