Ancora crolli nell’Agrigentino, cede vecchio immobile. Il sindaco: “Situazione di estremo pericolo”

Ancora crolli nell’Agrigentino, cede vecchio immobile. Il sindaco: “Situazione di estremo pericolo”

CANICATTÌ – Torna la paura in provincia di Agrigento per il crollo di un’abitazione a quasi due mesi di distanza dalla tragedia di Ravanusa che provocato la morte di 10 persone.

Il cedimento di un vecchio immobile si è verificato ieri pomeriggio in via Volturno in pieno centro storico a Canicattì, in provincia di Agrigento.


Il cedimento della struttura, fortunatamente, non ha provocato il ferimento di persone ma, in via del tutto precauzionale, quattro famiglie sono state fatte sgomberare dall’area. I nuclei familiari sono stati già messi al sicuro.

A rendere nota la notizia del crollo dell’abitazione è stata il sindaco di Canicattì, Vincenzo Corbo, attraverso un post pubblicato su Facebook.

Situazione di estremo pericolo quella che si è verificata oggi nel tardo pomeriggio, nella via Volturno in pieno centro storico, causa crollo di un vecchio immobile“, ha commentato Corbo.

Siamo immediatamente intervenuti con la Protezione civile, i vigili del fuoco e i tecnici dell’Enel per far fronte alle prime esigenze tra cui lo sgombero di quattro famiglie già sistemate e la messa in sicurezza della zona, operazioni che ancora si stanno effettuando“, ha concluso il primo cittadino.

Fonte foto: Facebook – Vincenzo Corbo