Covid e turismo a Lampedusa, raddoppiato il numero degli accessi alla spiaggia dell’Isola dei Conigli

Covid e turismo a Lampedusa, raddoppiato il numero degli accessi alla spiaggia dell’Isola dei Conigli

LAMPEDUSA E LINOSA – Raddoppia il numero degli accessi alla spiaggia dell’Isola dei Conigli, a Lampedusa (Agrigento). Si tratta del risultato raggiunto al termine di una riunione che si è svolta nella giornata di ieri alla presidenza della Regione Siciliana alla quale hanno preso parte diverse autorità.

Tra queste, l’assessore regionale al Territorio ed Ambiente Toto Cordaro, il sindaco di Lampedusa e Linosa Totò Martello, il direttore della Riserva Naturale “Isola di Lampedusa” Angelo Dimarca (Legambiente), il direttore generale dell’assessorato al Territorio e Ambiente Giuseppe Battaglia e il responsabile dell’Autorità di Bacino in Sicilia Francesco Greco.


In occasione dell’incontro, i presenti hanno parlato delle distanze da mantenere tra i visitatori per le esigenze legate all’emergenza Coronavirus, della normativa in atto in materia di dissesto idrogeologico e del provvedimento adottato dalla Riserva Naturale “Isola di Lampedusa” che limita l’accesso alla spiaggia a 340 persone al mattino e a 340 nel pomeriggio.

Dopo un approfondito confronto tra tutte le parti presenti alla riunione – dichiara il sindaco Martello – è stato deciso che il numero di visitatori che ogni giorno potranno accedere alla spiaggia sarà raddoppiato: passerà dunque a 680 persone la mattina e 680 nel pomeriggio. Sono soddisfatto per questo risultato, che coniuga le esigenze di sicurezza con la vocazione turistica della nostra isola“.

In questo modo circa 1.400 persone al giorno potranno avere accesso alla spiaggia dell’Isola dei Conigli, conosciuta come ‘una delle spiagge più belle del mondo’. Ringrazio l’assessore Cordaro – aggiunge Martello – per l’attenzione che ha dimostrato rispetto a questa vicenda e per aver convocato in tempi rapidi la riunione“.

Immagine di repertorio