Trapani, mercato senza botti

Trapani, mercato senza botti

Trapani, mercato senza botti

TRAPANI – E’ da considerarsi sicuramente sopra la sufficienza la campagna acquisti del Trapani, condotta anche in questa tornata di mercato dal direttore sportivo Daniele Faggiano.


All’ossatura solida dei giocatori che ha permesso alla formazione granata di affermarsi come una delle sorprese della serie B, infatti, si sono aggiunti giocatori importanti per la categoria.


Tra questi figurano il centrocampista Antonino Barillà, esterno molto veloce prelevato dalla Reggina, Filippo Falco, trequartista ex Lecce, alla ricerca del riscatto dopo la non entusiasmante stagione passata, e Matteo Scozzarella, centrocampista classe ’88, che durante la scorsa stagione ha vestito la casacca dello Spezia.

A questi sono stati affiancati dei giovani promettenti, tra i quali occorre menzionare il 19enne Mattia Aramu, proveniente dalla primavera del Torino, ed il difensore Mattia Caldara, in prestito dalla primavera dell’Atalanta. Atro acquisto è quello di Lys Gomis, portiere classe ‘89, proveniente dal Torino.

Situazione complicata è invece quella che riguarda Enis Nadarevic, centrocampista dalle grandi qualità, che potrebbe fare la differenza con la casacca del Trapani, ma che ha manifestato dopo pochi mesi dal suo arrivo, la volontà di lasciare il club, anche se alla fine è rimasto. Sarà compito di mister Boscaglia recuperare il giocatore.

Ma l’acquisto più importante della sessione estiva è stata la conferma del bomber Matteo Mancosu. Nonostante, infatti, le numerose richieste prevenute per il giocatore, la società granata ha ritenuto opportuno trattenerlo. “Il nostro colpo di mercato l’abbiamo fatto tenendo Mancosu – ha dichiarato Faggiano –  che, non dobbiamo dimenticare, è stato il capocannoniere della serie B nella scorsa stagione “ .

Foto: trapanicalcio.it