Pescherecci siciliani sequestrati in Libia, i 18 marittimi potrebbero essere presto processati

Pescherecci siciliani sequestrati in Libia, i 18 marittimi potrebbero essere presto processati

Pescherecci siciliani sequestrati in Libia, i 18 marittimi potrebbero essere presto processati

MAZARA DEL VALLO – Rischiano di finire sotto processo i 18 marittimi di Mazara Del Vallo (Trapani) sequestrati a inizio settembre in Libia e ancora bloccati nel Paese.


A riportarlo sono i colleghi de La Stampa, citando le parole del presidente della Commissione Affari Esteri di Tobruk, Yusuf Al-Agouri.


Secondo il presidente, i due pescherecci “Antartide” e “Medinea” sarebbero stati sorpresi mentre erano intenti a compiere delle attività di pesca in un’area economica esclusiva della Libia, violando così le leggi del Paese nordafricano.

Una vicenda che si complica, dunque, nonostante le rassicurazioni giunte un paio di giorni fa dal ministro degli Esteri italiano, Luigi Di Maio, il quale aveva annunciato di non voler subire “ricatti” da parte della Libia, auspicando una rapida risoluzione del contenzioso.

Immagine di repertorio