Pescherecci siciliani sequestrati in Libia, Di Maio promette battaglia: “L’Italia non accetta ricatti”

Pescherecci siciliani sequestrati in Libia, Di Maio promette battaglia: “L’Italia non accetta ricatti”

MAZARA DEL VALLO – “L’Italia non accetta ricatti, lo voglio dire molto chiaramente“, a dichiararlo è il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, in occasione di un suo intervento a Radio 24 incentrato sulla vicenda dei 18 marittimi siciliani fermati in Libia.


L’esponente del Movimento 5 Stelle ha sottolineato che “i nostri concittadini devono tornare a casa“.


Proprio Di Maio, nelle scorse ore, ha provveduto a tranquillizzare le famiglie dei marittimi sequestrati nel Paese nordafricano, nonché il sindaco di Mazara Del Vallo e gli armatori, promettendo una rapida soluzione della vicenda e la massima partecipazione del Governo.



A breve potrebbe essere convocato un vertice di Governo per fornire un’azione efficace. I pescherecci siciliani, Antartide e Medina, sono stati sequestrati a inizio settembre.

Immagine di repertorio