Parco giochi senza dispositivi tecnologici, invitati i Ferragnez come testimonial: loro dicono "no"

Parco giochi senza dispositivi tecnologici, invitati i Ferragnez come testimonial: loro dicono “no”

Parco giochi senza dispositivi tecnologici, invitati i Ferragnez come testimonial: loro dicono “no”

PALERMO – Un parco giochi in cui tutto sarà possibile, tranne usare cellulari e tablet. È il progetto di un gruppo di genitori di Balestrate, in provincia di Palermo.


Viviamo in un’epoca dove la tecnologia sta prendendo il sopravvento su ogni singolo individuo, influenzando anche i più piccoli. Proprio per questa ragione, un gruppo di genitori ha deciso di dare vita a un progetto finora mai realizzato. L’area giochi vieta l’utilizzo di ogni tecnologia e sarà aperta e tutti. Tutti i dispositivi tecnologici saranno depositati all’ingresso del parco in un armadietto e persone addette cronometreranno il tempo che i proprietari trascorreranno senza.


A infiammare la notizia è la proposta dei genitori rivolta alla coppia più famosa dei social: Fedez e Chiara Ferragni. I cosiddetti “Ferragnez” hanno rifiutato di essere testimonial del “parco giochi vietato ai social”.

L’associazione è stata liquidata con una mail di poche parole: ‘”Ti ringraziamo per la proposta ma gli impegni già presi per i prossimi mesi non ci permettono di partecipare”.

Situato in una scuola elementare, il parco giochi è frutto di una raccolta fondi di enti pubblici e privati tramite il crowdfunding. L’amministrazione ha messo a disposizione un cantiere finanziato dalla Regione Sicilia. Gli 80mila euro investiti comprendono l’istallazione di panchine, gazebo, giostre, l’illuminazione a energia solare. Inoltre, sarà istituita una raccolta fondi permanente.

Delusi i genitori, che si sono mostrati contrariati poiché non chiedevano soldi, ma solo la testimonianza della famiglia social per eccellenza. Un modo utile per dimostrare la vera importanza della socialità e di valori che oggi sembrano essere persi.

Immagine Ansa