Catania, una casa "normale e sostenibile" per 8 persone dopo anni di precarietà al Palazzo De Gaetani

Catania, una casa “normale e sostenibile” per 8 persone dopo anni di precarietà al Palazzo De Gaetani

Catania, una casa “normale e sostenibile” per 8 persone dopo anni di precarietà al Palazzo De Gaetani

CATANIA – Dopo mesi di mediazioni e incontri è stata trovata una sistemazione dignitosa per le otto persone che vivevano da anni in condizioni assai precarie nel Palazzo De Gaetani a San Berillo. Lo annuncia la segretaria generale del Sunia (il sindacato degli inquilini) di Catania, Giusi Milazzo.


Le otto persone che in questi anni hanno sperimentato una buona convivenza tra loro, aiutate in questo percorso dall’associazione “Trame di quartiere”, in particolare dall’educatore volontario Andrea Bonardi, da circa un mese vivono finalmente in una “casa normale, da condividere, e di proprietà dell’Ipab Santa Maria del Lume – spiega Giusi Milazzo – e il tutto è regolato da un contratto di durata regolare e da un canone sostenibile.


Il Sunia segnala che grazie al contributo di padre Notari della parrocchia Crocifisso dei Miracoli, “Trame di quartiere” ha ristrutturato l’appartamento per poterlo rendere abitabile dai nuovi inquilini.

“Si tratta di un primo risultato del progetto ‘Sottosopra’, che permetterà, a giorni, l’avvio del cantiere di recupero di Palazzo De Gaetani – conclude la Milazzo – I dettagli del progetto presentato da Oxfam e ‘Trame di Quartiere’ in partenariato con altri attori pubblici e privati, tra cui il Sunia, saranno resi pubblici nei prossimi giorni”.

Fonte immagine: tramediquartiere.org