Si fingono agenti assicurativi e venditori di prodotti a buon mercato: 3 denunce per truffa

Si fingono agenti assicurativi e venditori di prodotti a buon mercato: 3 denunce per truffa

Si fingono agenti assicurativi e venditori di prodotti a buon mercato: 3 denunce per truffa

LICATA – A seguito di denunce di truffa informatica, subite da ignari cittadini licatesi, il qualificato personale della Polizia di Stato del commissariato di Licata ha proceduto con delicate e laboriose indagini, che si sono protratte per diversi mesi, a conclusione delle quali hanno denunciato all’autorità giudiziaria tre soggetti per il reato di truffa: A.G., 44 anni; P.A., 37 anni, con precedenti specifici; D’A.A., 38 anni.


Nel corso dello scorso anno, in periodi diversi, alcuni cittadini avevano indirizzato i loro acquisti nel mercato digitale, ritenendolo affidabile e presumibilmente più economico e conveniente, pertanto, avevano sottoscritto polizze assicurative per i loro motoveicoli e una persona aveva anche acquistato un motore per un veicolo Jeep di sua proprietà.


Viste le richieste su internet, ignoti ingannevoli venditore, qualificandosi come “agenti assicurativi” o “responsabile di società” per la vendita di automezzi, con le medesime modalità contattavano i malcapitati e proponevano preventivi assicurativi vantaggiosi e la vendita di oggetti economici. Gli ignari cittadini, fiutando l’affare, seguivano le indicazioni che venivano loro rivolte dai truffatori che, nel frattempo, avevano indicato specifici recapiti telefonici, identità fittizie, carte di credito PostePay e coordinate bancarie su cui fare i versamenti.

Gli inconsapevoli acquirenti che attendevano la consegna della merce o che in quel frangente erano incorsi in incidenti stradali e non risultavano coperti da alcuna assicurazione, ben presto, però, si rendevano conto di essere stati raggirati da sconosciuti che avevano carpito la loro buona fede e si determinavano a proporre denuncia.

Immagine di repertorio