Palermo, miracoli di Sorrentino e concretezza di Vazquez valgono 3 punti

Palermo, miracoli di Sorrentino e concretezza di Vazquez valgono 3 punti

PALERMO – Ce l’ha fatta il Palermo ad incamerare i tre punti. Prima vittoria del 2016, pesantissima proprio perchè ottenuta in uno scontro diretto per la salvezza. Avversario l’Hellas Verona allo stadio Bentegodi. Successo di misura conseguito con sofferenza ma che vale tanto per la classifica e consente al Palermo di dimenticare la brutta sconfitta interna con la Fiorentina.

I primi 26 minuti di gioco sono prettamente di marca veronese con diverse buone occasioni costruite dai padroni di casa per andare a segno. Al 19′, in particolare, Sorrentino si rivela miracoloso a difesa dei pali sul doppio tocco di Pazzini che sembrava ormai destinare il pallone in rete. Incessante il pressing del Verona, il Palermo fatica ma proprio sul più bello ecco che arriva la zampata rosanero.

Al minuto 27 il solito Vazquez trova la via del gol alla prima azione di marca palermitana. Un episodio che non fa crollare psicologicamente la formazione veneta, la quale continua a premere sull’acceleratore nella speranza di raddrizzare al più presto il risultato. Prima dell’intervallo, però, sono ancora i siciliani a sfiorare la marcatura.

Lo fanno con Hiljemark in contropiede: il sinistro del giocatore viene respinto da Sala. I minuti scorrono, il Verona tenta di rimettere le cose a posto ma, con il trascorrere del tempo, comincia a perdere lucidità. Ne approfitta il Palermo che, fondamentalmente, si limita ad aspettare l’avversario e ripartire intelligentemente in contropiede.

Al 54′ una gran conclusione di Trajkovski fa venire a brividi a Gollini sfilando di poco a lato sul primo palo. Qualche minuto più tardi lo stesso macedone sciupa una buona opportunità. Anche Jajalo e Goldaniga sono vicini all’ingresso nel tabellino dei marcatori ma, in qualche modo, il Verona si salva. Nei venti minuti finali i gialloblu tornano a spingere con maggiore insistenza ma con poco costrutto. Il cuore da solo non basta.

Al 65′ ancora Sorrentino protagonista: destro radente da fuori area di Viviani e deviazione in corner. Altre 3-4 buone occasioni non vanno a buon fine per l’Hellas, con il Palermo che si difende con ordine e, esauriti i tre minuti di recupero, può festeggiare la conquista della vittoria. Una vittoria ottenuta con un po’ di fortuna ma anche con caparbietà, che spinge sempre più in basso gli scaligeri, che vivono una situazione disperata e vedono la salvezza distante anni luce. 

VERONA-PALERMO, TABELLINO PARTITA E PAGELLE

Marcatori: 27′ Vazquez

Verona (4-4-2): Gollini 6.5; Sala 6, Moras 6, Helander 6, Souprayen 6; Wszolek 5.5 (46′ Emanuelson 6.5), Ionita 6 (86′ Fares), Viviani 6, Hallfredsson 6; Pazzini 6, Toni 6 (65′ Juanito Gomez 6). All. Delneri

Palermo (3-4-1-2): Sorrentino 8; Andelkovic 6, Gonzalez 6, Goldaniga 6.5; Morganella 6.5, Hiljemark 6, Jajalo 6 (75′ Chochev s.v.), Lazaar 6; Vazquez 6.5; Trajkovski 6 (88′ Cristante s.v.), Gilardino 6 (85′ Đurđević s.v.). All. Ballardini

Arbitro: Banti di Livorno

Ammoniti: 44′ Goldaniga (P); 47′ Jajalo (P); 53′ Pazzini (V); 70′ Toni (V); 74′ Vazquez (P); 83′ Morganella (P).

Commenti