Luci e ombre per le siciliane di B1. Il punto sulla 12 giornata

Luci e ombre per le siciliane di B1. Il punto sulla 12 giornata

CATANIA Che non sarebbe stato semplice gareggiare contro la Cedat San Vito Br, sicuramente, la Messaggerie Strano Tremestieri lo aveva compreso. Trovarsi di fronte una squadra che lotta per non retrocedere e nutrire, al contempo, ambizioni che spingono verso l’alta classifica, si sa, nel mondo sportivo porta molta pressione.

Eppure l’allenatore del Tremestieri, Scavino, sembra aver trovato la formula giusta per far girare al meglio tutti i ben oleati ingranaggi della sua squadra, perché alla fine è il tabellino con il risultato finale a parlare chiaro: 3-0 (25-22, 29-27, 25-21). La sconfitta rimediata a Marsala (al tie-break) nel precedente turno di campionato brucia ancora, ma la vittoria guadagnata sul campo di Pedara contro San Vito Br, dal team etneo, dimostra la maturità di un gruppo ben affiatato che non si lascia abbattere dagli insuccessi e non sottovaluta l’avversario, pur occupando quest’ultimo le zone di bassa classifica. Tremestieri a 24 punti nel girone D di B1 a quattro dalla capolista Palmi.

A Siracusa vince l’Acca Montella, con un secco 3-0 (7-25, 23-25, 21-25) che lascia poco spazio all’immaginazione: contro l’Holimpia SR il primo set è un massacro. Montella macina gioco, e si vede che è di altro spessore rispetto alle siciliane: 7-25 che lascia attoniti gli spettatori e che avrebbe tagliato le gambe a qualsiasi squadra. Nel secondo set le biancazzurre ritrovano una inaspettata grinta, ma il tasso tecnico della squadra campana è superiore e nulla può sovvertire l’indirizzo della partita. Neanche la spinta del pubblico, numeroso, sebbene la stagione delle aretusee sia stato finora deludente e il secondo parziale si chiude con un più dignitoso e incoraggiante 23-25 per le ospiti.

Il terzo set racconta la stessa storia del secondo. L’Acca Montella chiude i conti 21-25. L’Holimpia Siracusa resta mestamente in fondo alla classifica a quota tre punti ormai quasi del tutto rassegnata a una retrocessione in serie B2.

Sconfitta in trasferta per la Sigel Pallavolo Marsala, dopo la vittoria al tie-break settimana scorsa contro Tremestieri e i 5 precedenti risultati utili consecutivi. La squadra siciliana gode di buona salute e occupa la zona medio-alta della classifica del girone D a 4 punti dal terzo posto. La partita non rispecchia le ambizioni della compagine allenata da coach Campisi, che incassa una sonora sconfitta a Terracina. Un 3-0 (25-20, 25-20,25-9) netto che alla vigilia della gara era forse inaspettato visto la qualità del gioco finora dimostrata e il grande impegno profuso dalla Sigel. I primi due parziali sono una fotocopia per punteggio e gioco espresso: 25-20, 25-20; gli errori sono tanti e il Terracina, ne approfitta grazie ad una buona impostazione di gioco. Il terzo set lascia l’amaro in bocca e rappresenta un duro colpo per le marsalesi. Il punteggio parla chiaro: 25-9. Troppi gli errori in fase di difesa e finalizzazione del gioco dimostrati dal Marsala.

Luca Mazzeo

Commenti