Icardi si “beve” il Palermo, travolto a Milano

Icardi si “beve” il Palermo, travolto a Milano

MILANO – Contro un’Inter non esaltante in questo campionato il Palermo cercava il colpo da tre punti. Allo stadio Giuseppe Meazza, invece, a festeggiare la vittoria è stata la formazione allenata da Roberto Mancini con un netto 3-0. Palermo bene solo a sprazzi, spingendo soprattutto sulla corsia di sinistra e sfruttando l’estro di Dybala. Il primo pericolo dalle parti di Handanovic arriva al 14’ con una punizione del già citato Dybala che sfiora l’incrocio dei pali, ma è l’Inter a fare la partita. Pochi minuti dopo i padroni di casa sbloccano il risultato sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Shaqiri. Lo stacco aereo del centrocampista colombiano Guarin è perfetto e non lascia scampo a Sorrentino, ma chiara responsabilità di Daprelà nella circostanza.

Attorno alla mezzora arriva la reazione del Palermo con uno splendido sinistro a giro di Dybala dopo essersi “bevuto” Nagatomo. I rosanero sembrano più convinti nei propri mezzi, ma è solo apparenza. La compagine di Giuseppe Iachini soffre l’intensità dell’Inter, il solo Dybala non basta per fare male ai nerazzurri. Lo stesso attaccante del Palermo “macchia” la sua prestazione mancando un gol a dir poco clamoroso nel corso della ripresa, precisamente al minuto 52. Vazquez sfrutta un momento di totale confusione della retroguardia interista spedendo il pallone sul palo, l’azione prosegue e Dybala, con la porta spalancata, riesce nell’impresa di concludere alle stelle.

Sarebbe stato l’1-1, un errore imperdonabile nell’economia della gara. E’ solo una fiammata per i siciliani, l’episodio scuote invece l’Inter che preme sull’acceleratore con il preciso intento di chiudere al più presto i conti. Prima Icardi colpisce il palo al 57’ con un bel colpo di testa, poi Ranocchia centra la traversa con un’altra pericolosa incornata. Il Palermo fatica ad imbastire una manovra offensiva avvolgente, viceversa quando l’Inter spinge fa male alla difesa rosanero. Il 2-0 è nell’aria, si concretizza al 65’. Cross di Guarin dalla destra, Palacio spizza di testa e la sfera arriva dalle parti di Icardi che conclude violentemente con il destro e batte Sorrentino.

Iachini si gioca la carta Belotti nella speranza di rimettere la gara sui binari dell’equilibrio ma, a seguito del raddoppio nerazzurro, il Palermo smette di credere nella rimonta. L’Inter, trascinata da un super Brozovic, continua a creare situazioni di pericolo nell’area di rigore palermitana. A pochi istanti dal 90’ trova anche la rete che vale il 3-0. Autore del gol ancora una volta Icardi, pronto a beneficiare di un cross al bacio di Guarin e battere Sorrentino con un potente colpo di testa. Risultato ormai acquisito, si attende solo il triplice fischio dell’arbitro, che arriva dopo quattro minuti di recupero. Tredicesima realizzazione per Icardi, Palermo al tappeto e Inter che si porta a -1 dalla squadra di Iachini.

INTER 3-0 PALERMO, TABELLINO E PAGELLE

MARCATORI 16′ Guarin; 20′ s.t. e 44′ s.t. Icardi

INTER (4-3-1-2) Handanovic 6+; Santon 6.5, Ranocchia 6.5, Juan Jesus 6, Nagatomo 5.5 (dal 36′ Dodò 6); Guarin 7, Medel 6.5, Brozovic 7.5; Shaqiri 6.5 (dal 39′ s.t. Kovacic s.v.; Icardi 8, Palacio 6 (dal 37′ s.t. Campagnaro s.v.). (Carrizo, Berni, Podolski, Kuzmanovic, Obi, Puscas, Hernanes, Bonazzoli). All.: Mancini.

PALERMO (3-5-2) Sorrentino 6; Terzi 5, Gonzalez 5.5, Daprelà 4.5; Morganella 5.5 (dal 30′ s.t. Rispoli s.v.), Rigoni 6.5, Jajalo 5.5 (dal 21′ s.t. Belotti 6), Barreto 6, Lazaar 5.5 (dal 32′ s.t. Emerson s.v.); Vazquez 5, Dybala 5.5. (Ujkani, Fulignati, Milanovic, Joao Silva, Della Rocca, Bolzoni, Chochev, Quaison, Ortiz). All.: Iachini.

ARBITRO Guida di Torre Annunziata.

NOTE Ammoniti: Medel, Morganella, Juan Jesus, Rigoni, Gonzalez. Angoli: 8-2 per l’Inter. Recupero: 1′; 4′.

Commenti