Domani contro Bogliasco tutti in piscina con l’Orizzonte!

Domani contro Bogliasco tutti in piscina con l’Orizzonte!

CATANIA –  La cornice sarà quella ideale per una sfida tra big della pallanuoto italiana. L’Orizzonte Catania – domani alle 12 – attende la RN Bogliasco nell’anticipo della terza giornata di A1 femminile.

L’avversario è di quelli da prendere con le molle. Per questo sarà necessario tutto il calore  e il sostegno del pubblico rossazzurro chiamato a dare una mano alle ragazze guidate da Martina Miceli.

Il match, infatti, oltre a rappresentare un test impegnativo per il valore dell’avversario, rappresenta un duro banco di prova dal quale trarre indicazioni precise sullo stato di forma delle etnee.

Il coach Martina Miceli, di gare del genere, ne ha giocate (e vinte) parecchie a Catania. Sempre con gli spalti gremiti da centinaia di appassionati che in tutte le gare, passate e presenti dell’Orizzonte, non hanno mai fatto mancare il loro appoggio alla squadra. Ecco perché nessuno meglio di lei sa quanto sia importante il supporto del pubblico catanese.

Mi auguro davvero che domani ci sia tanta gente sugli spalti a tifare per noi esordisce il coach  so benissimo che l’orario non è ideale per i ragazzi più giovani trattenuti dagli impegni scolastici, speriamo però che i sostenitori storici abbiano la possibilità di fare un piccolo sforzo in più, standoci vicino come hanno sempre fatto in tutto l’arco della nostra storia.”

La gara, infatti, è programmata in un orario infelice (le 12:00) e soprattutto di sabato. La scelta però è stata necessaria per andare incontro alle esigenze di viaggio della squadra del Bogliasco che deve rientrare a Genova.

La sensibilità mostrata dalla società etnea nei confronti della squadra avversaria non è passata sotto silenzio. Solidarietà e rispetto sono valori prioritari per il club rossazzurro.

Siamo stati felici di farlo perché siamo tutti in ristrettezze economiche ed è giusto che ci si aiuti a vicenda il più possibile – conferma la Miceli – per noi è una partita importante e, malgrado loro partano con i favori del pronostico, saremo pronte a giocarcela alla pari perché siamo convinte di poterlo fare. Le nostre avversarie sono forse un gradino più in alto di noi perché giocano insieme da più tempo ed hanno un gruppo più smaliziato per questo, ma non ci faremo trovare impreparate”. 

Commenti