Catania, presentati Agazzi, Liverani e Russotto. Il “punto” di Pitino

Catania, presentati Agazzi, Liverani e Russotto. Il “punto” di Pitino

CATANIA – Conferenza stampa di presentazione di altri tre giocatori a Torre del Grifo. Stiamo parlando del portiere Luca Liverani, dell’attaccante Andrea Russotto e del centrocampista Davide Agazzi. Come di consueto, presente nella Sala Conferenze anche il Direttore Sportivo Marcello Pitino, il quale si sofferma anche sul tema calciomercato, precisando in questo senso che “vari giocatori appartengono alla nostra sfera d’interesse. Evacuo ci piace molto ma il Novara non lo cede, difficile anche l’arrivo di Sforzini e Costa Ferreira. Garufo potrebbe presto indossare la maglia rossoazzurra, ma per l’ufficialità attendiamo il comunicato della Lega che certifichi la nostra ammissione al campionato. Stiamo valutando se tesserare o meno Bastianoni e Dermaku. Cerchiamo primariamente giocatori subito pronti fisicamente. Sono in corso valutazioni anche per PesoliGuazzo e Stanco, mentre potremmo essere costretti a cedere qualcuno per esigenze di lista. Tortolano è tra i più richiesti”.

Pitino fa, poi, il punto sulla Campagna Abbonamenti e apre le porte dello stadio Massimino ai tifosi durante gli allenamenti. “Una volta la settimana il Catania si allenerà nell’impianto sportivo etneo, a porte aperte. Penso il mercoledì o il giovedì. Cerchiamo di rendere più partecipi possibili i nostri tifosi. A questo proposito sottolineo che abbiamo raggiunto quota 4.000 abbonati”.

Un giudizio, infine, sul campionato di Lega Pro, l’approccio che dovrà adottare il Catania ed i punti di penalizzazione inflitti. “L’inizio è sempre un’incognita. Benevento, Juve Stabia e Foggia stentano, l’Andria è una grande sorpresa ed ha messo sotto una delle compagini più attrezzate del torneo, il Matera. Il Catania dovrà affrontare ogni gara allo stesso modo, cercando di ottenere sempre il massimo. Per quanto ci riguarda esiste un ritardo organizzativo e tattico più che fisico. In termini di giustizia sportiva, invece, mi auguro di beneficiare di una riduzione in termini di punti dopo che, a mio avviso, il Catania è stato penalizzato eccessivamente”.

Spazio anche alle parole dei neo acquisti rossoazzurri. A cominciare da Agazzi, il quale si sente stimolato dalla concorrenza con Musacci. “Giocatore – dice – da cui ho soltanto da imparare vista l’esperienza che ha maturato sia in Serie A che in B”. “La trattativa col Catania – aggiunge – si è conclusa nel giro di mezzo pomeriggio perché non potevo rinunciare al trasferimento in una piazza come questa, sicuramente da Serie A”.

Sia Agazzi che Liverani e Russotto evidenziano l’importanza di creare un gruppo forte per compensare il ritardo di preparazione rispetto alle avversarie del girone C di Lega Pro. Liverani ne approfitta per elogiare mister Giuseppe Pancaro e sottolineare l’importanza del rapporto umano instaurato con lui. Inoltre rassicura su Bastianoni, portiere aggregato al Catania che potrebbe essere tesserato: “È un portiere forte, averlo in gruppo fa solo piacere”.

Russotto, invece, rimarca l’attenzione sul fatto che limiti caratteriali abbiano inciso negativamente sulla sua carriera. “Più che altro per un discorso di maturità. Sono arrivato in Serie A troppo giovane, ma per affermarti nella massima categoria devi avere una maturità e mentalità importanti. Adesso sono cresciuto”.

Sull’handicap dei punti di penalizzazione, Russotto afferma che “occorrerà dare il massimo al cospetto di qualsiasi squadra mettendo in campo qualcosa in più rispetto alle avversarie”. In relazione alle proprie caratteristiche, l’ex giocatore della Salernitana afferma che può ricoprire indifferentemente i ruoli di esterno offensivo, seconda punta o trequartista.

Commenti