Catania, pagelle. Show rossoazzurro al Massimino

Catania, pagelle. Show rossoazzurro al Massimino

CATANIA – Ma che bel Catania! Allo stadio Angelo Massimino prestazione super al cospetto della Pro Vercelli. Ottima prova del collettivo rossoazzurro che annienta un avversario volenteroso ma non abbastanza pungente in avanti. Il 4-0 è frutto di una performance quasi perfetta di una squadra che sembra profondamente rinnovata nella mente e nello spirito. Newsicilia.it attribuisce i voti ai rossoazzurri in campo:

Pietro Terracciano 6: Al 41’ la Pro Vercelli effettua il suo primo tiro in porta. Nel corso del match viene scarsamente impegnato, ma infonde sicurezza al reparto.

Nicola Belmonte 6: Quando la Pro tenta l’affondo dalle sue parti non sempre si fa trovare pronto, ma nel complesso la sua prestazione è da considerarsi positiva per impegno e spirito di sacrificio.

Raffaele Schiavi 7: Impeccabile. Una roccia a disposizione di Marcolin in difesa. Preciso e puntuale negli interventi, fa buona guardia.

Luca Ceccarelli 7: In coppia con Schiavi nel settore centrale difensivo l’intesa è buona ma può ancora migliorare. Insuperabile nei contrasti e nel gioco aereo.

Antonio Mazzotta 7: uno stantuffo autentico sulla corsia di sinistra. Spinge e difende quando necessario con la stessa efficacia. Molto più disciplinato tatticamente di Monzon, non rimpianto dai tifosi.

Manuel Coppola 7: Grinta inesauribile a centrocampo ma anche buone capacità d’impostare il gioco.

Fabian Rinaudo 7: Unico straniero in campo dal 1’ tra le fila del Catania, l’argentino sfodera una prestazione maiuscola per qualità e quantità in mezzo al campo.

Daniele Sciaudone 7: Prezioso tassello per il centrocampo del Catania. Struttura fisica importante, piedi buoni, spiccata capacità ad inserirsi, pregevole anche in fase d’interdizione. Giocatore completo.

Alessandro Rosina 7.5: Il gol messo a segno nel primo tempo è di rara bellezza. Il sinistro a giro su punizione indirizzato all’incrocio dei pali ricorda un certo sig. Del Piero. Rete straordinaria, ma non basta da sola per descrivere la prestazione di Rosina, prezioso punto di riferimento per la squadra e collante tra centrocampo ed attacco.

Emanuele Calaiò 8: Torna al gol con una doppietta. In occasione della prima rete si avventa come un falco in area, da vero bomber. Sul 2-0 spiazza impeccabilmente il portiere su rigore. Prova di gran generosità , dialoga spesso e bene con Maniero.

Riccardo Maniero 7+: Voleva fortemente il primo gol in maglia rossoazzurra. Arriva nel corso della ripresa mettendo a sedere la difesa ospite con un bellissimo movimento. Si muove bene in avanti, sacrificandosi molto per la squadra.

Ciro Capuano: e Maks Barisic s.v.: Subentrano nel finale rispettivamente a Mazzotta e Calaiò. Ingiudicabili.

Michal Chrapek 6: Sostituisce un applauditissimo Rosina, prova senza infamia e senza lode.

Commenti