Catania, Escalante: “Giocare in casa o fuori? Per me è uguale. Vincere a Trapani”

Catania, Escalante: “Giocare in casa o fuori? Per me è uguale. Vincere a Trapani”

CATANIA – Giovane ma già con le idee molto chiare il centrocampista argentino del Catania Gonzalo Escalante. Intervenuto  nella sala stampa di Torre del Grifo Village, il calciatore proveniente dal Boca Juniors sa che deve contribuire a riportare i rossoazzurri in Serie A. Con i fatti, non a parole. “Posso assicurare che il nostro è un gruppo unito, che lavora per fare felici i tifosi. Sappiamo che il Catania deve tornare in Serie A e, ognuno di noi, è chiamato a mettercela tutta per il raggiungimento dello scopo”.

Il prossimo ostacolo sulla strada del Catania si chiama Trapani. Servirà una prestazione degna di nota per fare bene al ‘Provinciale’ domenica. “Abbiamo capito che in B qualsiasi gara è dal coefficiente di difficoltà elevato. Non farà eccezione la trasferta in terra trapanese. Ci attende un match duro, da affrontare con la dovuta concentrazione e determinazione”.

Il fatto che il derby si giochi in trasferta fa riflettere sui problemi serissimi riscontrati dal Catania quando scende in campo lontano dal ‘Massimino’. Escalante crede che non sia così difficile rialzare la testa fuori casa. “Secondo me è solo una questione di mentalità. Se tu affronti le partite, tutte, sia tra le mura amiche che in trasferta con la medesima voglia e lo stesso spirito, puoi fare bene ugualmente”.

Escalante si sta esprimendo a buoni livelli in mezzo al campo con Rinaudo. Un’intesa che funziona a meraviglia. “Devo dire che mi trovo molto bene con Fabian. Il fatto che sia argentino come me mi agevola nel ricevere preziosi consigli. M’ispiro a lui perché mi piace come giocatore. E’ completo ed esperto”.

A proposito di calciatori argentini, Escalante conosce l’ex rossoazzurro Pablo Ledesma. “In passato abbiamo lavorato assieme. Quando mi è stata prospettata la possibilità di giocare a Catania, lui ha parlato bene della piazza. Ho accettato e sono felice di questo, mi trovo bene e gioco con continuità. Sognando di crescere di più ed arrivare, magari, in Nazionale”.

Commenti