Teatri di Pietra Sicilia: protagoniste “Elena”, “Elektra” e “Ifigenia”

Teatri di Pietra Sicilia: protagoniste “Elena”, “Elektra” e “Ifigenia”

Anche quest’anno, l’appuntamento tanto atteso con “Teatri di Pietra Sicilia”, ritorna con l’undicesima edizione per promuovere la conoscenza di un patrimonio storico della nostra terra grazie a degli spettacoli dal vivo che offrono un coinvolgimento emotivo ampio e una visione della cultura e delle opere classiche decisamente diversa dall’originale.

Protagonista di queste opere è Elisabetta Pozzi che ritorna in scena con una rivisitazione di “Elena” con la regia di Andrea Chiodi. Le date sono giovedì 6 Agosto nell’area archeologica di Eraclea Minoa e venerdì 7 Agosto al Tempio di Hera di Selinunte, entrambe dalle ore 21.15 circa. 

Elena -Elisabetta Pozzi

Elena è una delle donne più conosciute dell’antichità. Tutti ricorderanno che per lei si scatenò a Troia una guerra sanguinosa durata dieci anni ma la Elena che verrà riproposta nelle due serate di Agosto sarà molto più vicina alla società di oggi. Lo stesso regista ha così raccontato: “La Elena presentata da Elisabetta Pozzi fa a meno della bellezza effimera, quella è andata via molti anni addietro, la sua bellezza adesso è ben altra, quella dell’esperienza”.

Sempre Giovedì 6 Agosto alle ore 21.15 circa, nel Giardino della Kolymbetra di Agrigento ci sarà l’ultima replica di “Esecuzione Ifigenia” di Lina Prosa e Miriam Palma

 

Per la stessa data, al Teatro Antico di Morgantina, sarà possibile vedere l’opera “Quando Elektra muore” di Hugo Von Hofmannstahl con la regia e drammaturgia di Manuel Giliberti. Lo stesso spettacolo verrà replicato il 12 Agosto a Eraclea Minoa.

 

Commenti