Dopo lo “Scherzo Perfetto”, la Compagnia del Barone, ritorna in scena con “U Paraninfu”

Dopo lo “Scherzo Perfetto”, la Compagnia del Barone, ritorna in scena con “U Paraninfu”

CATANIA – Il 6 e 7 maggio, presso il teatro Ambasciatori di Catania, la Compagnia del Barone diretta da Carmen e Pippo Barone porterà in scena “U PARANINFU” un capolavoro del “filosofo del verismo” Luigi Capuana.

Di recente tra gli scherzatori del programma “Lo scherzo Perfetto” di Marco Balestri, in onda su Italia 1. Dopo l’esperienza di “Scherzi a parte” di qualche anno fa, in cui avevano avuto come vittima Vanessa Incontrada, alle prese col suo spettacolo, ed avevano creato “Paura sul Palcoscenico” (per utilizzare lo stesso titolo dello scherzo andato in onda su canale 5), disturbandola con l’anticipazione delle battute in diretta e terrorizzandola di non farla salire più sul palco… questa volta hanno scelto come vittime persone comuni, come richiesto dalle regole del programma.

Lo scherzo in farmacia che vede “un duro momento” presentato all’audizione, che ha ricevuto migliaia di visualizzazioni online. In gara, in balia del giudizio di Gene Gnocchi e Valeria Marini con la presentazione di Teo Mammucari, hanno portato uno scherzo intitolato “Il dramma della gelosia”.

La Compagnia del Barone porta in teatro un classico, per non dimenticare le tradizioni popolari siciliane… una commedia che narra le peripezie e le contraddizioni dell’ostinato Paraninfo, un mezzano di matrimoni, professione non del tutto estinta e che oggi è rappresentata dall’agente matrimoniale.

Le accoppiate di Don Pasquale, continuamente in attrito con la moglie, hanno come principale intento far primeggiare il sentimento dell’interesse, infatti per lui combinare matrimoni è una missione… cosa che però gli procura più guai che gratitudini, viste le continue separazioni che ne seguono.

Sarà ardua impresa del protagonista trovare un buon partito alle sorelle Matamè ed intorno alle sue complicate macchinazioni matrimoniali, vedremo divertenti macchiette colorate da umori, fissazioni e manie.

Nel cast Pippo Barone “U PARANINFU”, Marcella Marino (sua moglie), Nuccio Mangano (il prof. Barresi), Cettina Lazzaro e Lidia Scuderi (le sorelle Matamè), Riccardo Carrabino (il ten. Rossi), Marco Lombardo (Alessi), Nicola Diodati (Calenna), Tina Silicato (La domestica), Rita Rizzo (cummari Tina) e Nino Rapisarda (il Cav. Fucali).

Esilaranti gags e scenette, sullo sfondo di una folata di verismo quasi verghiano, faranno riflettere su vecchie tradizioni siciliane, non del tutto tramontate.

Commenti