Catania, torna il Ballet of Moscow: dopo “Cenerentola” ecco “Il lago dei cigni”

Catania, torna il Ballet of Moscow: dopo “Cenerentola” ecco “Il lago dei cigni”

CATANIA – La città di Catania ricorda ancora l’impeccabile esecuzione di Cenerentola, “creatura che palpita, inducendo alla commozione, alla tenerezza” per Sergej Sergeevič Prokof’ev, autore della musica, con scene e costumi favolosi.

L’étoile Kristina Kochetova, in coppia con Andrei Sorokin, con coreografie di Timur Gareev, con danza gioiosa, vivace, frizzante, poetica hanno reso efficacemente il dolce sogno di Cenerentola, le metafore sul nascere e fiorire dei sentimenti umani, gli ostacoli da superare per realizzare un sogno, e la scarpetta simbolica che può essere calzata solo dal piede puro, punto di forza del danzatore che ne trae equilibrio ed elevazione.

A giorni il Ballet of Moscow tornerà nuovamente a Catania: per la prestigiosa compagnia sarà la 48.ma tappa della tournée, con un’interpretazione che si annuncia magistrale del “Lago dei cigni”, uno dei più famosi e acclamati balletti del XIX secolo. Musica di Pëtr Il’ič Čajkovskij, libretto di Vladimir Petrovic Begičev, coreografie di Marius Petipa: la fantasmagoria romantica di Odette/Odile, cigno bianco/cigno nero, rapirà ancora una volta il colto attento pubblico catanese che di anno in anno applaude convinto la straordinaria giovane compagnia fondata da Timur Gareev con lo scopo di sviluppare la grande tradizione del balletto classico russo, ma anche ricercare nuove forme coreografiche.

Il lago dei cigni

Commenti