San Gregorio, inanellati 21 volatili nella riserva naturale Micio Conti

San Gregorio, inanellati 21 volatili nella riserva naturale Micio Conti

SAN GREGORIO – Sono stati ben 21 gli uccelli inanellati nella riserva naturale integrale Complesso Immacolatelle e Micio Conti di San Gregorio. Tra i volatili, possiamo notare la presenza di alcune specie come Capinera, Occhiocotto, Pettirosso, il Codirosso spazzacamino o il Luì piccolo.

Inanellamento uccelli San Gregorio

Le operazioni di inanellamento, a scopo scientifico, sono state effettuate dall’ornitologo Renzo Ientile del Cutgana, assistito anche da 9 studenti del corso di laurea in Scienze e tecnologie per l’ambiente dell’Università di Catania, accompagnati dal docente Franco Lombardo.

Un’opportunità per i ragazzi di esplorare l’area protetta ed assistere alle attività di studio e ricerca effettuate nella riserva naturale.

«Abbiamo svolto delle operazioni – ha spiegato Renzo Ientile alla presenza del direttore della riserva naturale, Salvatore Costanzo che riguardano uccelli di piccola taglia, comuni, che però spesso passano inosservati o non è possibile osservarli da vicino: eppure essi rappresentano un’importante componente della comunità faunistica. Attraverso il monitoraggio è importante riuscire a definire il popolamento degli animali e quindi accertare lo stato di salute dell’area».

Inanellamento uccelli San Gregorio (1)

A seguire gli studenti, guidati dal responsabile della fruizione della riserva Giovanni Sturiale e da Domenico Catalano e Carlo Prato del Cutgana, hanno visitato la grotta Micio Conti che fa parte del sistema di otto cavità vulcaniche che costituiscono la Rni Complesso Immacolatelle e Micio Conti e che si distende per una lunghezza complessiva di 1,5 chilometri sulla collina di Aci Castello e San Gregorio.

Infine è stato ammirato anche l’epigeo dell’area protetta alla scoperta della flora e fauna presente.

Commenti