Uova contaminate si “spargono” in tutta Europa: la situazione dell’Italia

Uova contaminate si “spargono” in tutta Europa: la situazione dell’Italia

I maggiori supermercati britannici, tra cui le catene Waitrose, Sainsbury’s, Morrisons e Asda hanno ordinato il ritiro in massa dei prodotti che potrebbero contenere le uova contaminate in arrivo dal Belgio e dall’Olanda.

Nel Regno Unito c’è ormai una vera e propria psicosi sebbene le autorità abbiano rassicurato sul fatto che i rischi per la salute sono piuttosto bassi. Il presidente dello “Sportello dei Diritti”, Giovanni D’Agata, ha dichiarato che “le uova contaminate a dire degli esperti potrebbero essere contenute sotto forma di polvere in un numero molto più alto di prodotti rispetto a tutti quelli che sono stati ritirati dal mercato”.

Inoltre si allunga la lista dei paesi europei interessati: le uova olandesi contaminate dal pesticida Fipronil sono state rinvenute anche in Slovacchia, ma a rischio ci sarebbe anche l’Italia. Infatti, il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, affronta il tema parlando non di importo di queste uova olandesi in maniera diretta, quanto di importazione dei prodotti provenienti da un’azienda francese che avrebbe utilizzato le uova contaminate.

I prodotti, comunque, non sono mai stati messi in vendita e il rischio di avere una contaminazione in Italia è possibile ma allo stesso tempo molto improbabile. Le uova italiane verranno campionate insieme con ovoprodotti e carne di pollame, in modo da prevenire la presenza di pesticidi.

Commenti