Catania, revocato bando Sostare. Arcidiacono: “Atto di rispetto per i lavoratori”

Catania, revocato bando Sostare. Arcidiacono: “Atto di rispetto per i lavoratori”

CATANIA – Ha tenuto banco sino a ieri sera la vicenda del bando Sostare per direttore generale prima pubblicato e poi contestato, con tanto di un’interpellanza del consigliere Sebastiano Arcidiacono per la revoca.

Adesso sul sito della partecipata del Comune è stato ritirato il bando – che prevedeva un oneroso incarico quinquennale – così come preannunciato dall’assessore Girlando.

Il commento del consigliere di Sicilia Democratico è positivo: “Si è dato seguito alle indicazioni dell’assessore Girlando fondate sul buon senso e il primato dell’interesse generale”.

“Si è trattato – ha aggiunto Arcidiacono – di un atto di rispetto sia dei lavoratori di Sostare a cui nelle scorse settimane è stato applicato il contratto di solidarietà con una consistente riduzione dello stipendio, ma anche delle professionalità specifiche interne che avrebbero subito un’ulteriore mortificazione dannosa per l’azienda”.

Parole che il consigliere ha ribadito anche ieri in aula consiliare rispondendo indirettamente alle affermazioni del presidente Cannavò.

“Nell’esprimere apprezzamento – conclude Arcidiacono –  per la determinazione mostrata dall’assessore Girlando ritengo ineludibile evitare il ripetersi di atti poco coerenti con una politica di rigore che le leggi, la Corte dei Conti e il buon senso impongono, attuando una rigida vigilanza sulle scelte strategiche aziendali proprio alla vigilia di valutazioni serie e approfondite che la giunta e il consiglio comunale, sono chiamate a operare sul futuro delle partecipate comunali”.

Commenti