ARS: approvata la norma per la stabilizzazione dei precari. M5S: “Una presa in giro”

ARS: approvata la norma per la stabilizzazione dei precari. M5S: “Una presa in giro”

PALERMO – Boccata d’ossigeno per i prossimi due anni per oltre 20 mila precari. L’Assemblea Regionale Siciliana, ieri, ha approvato la norma per la stabilizzazione di molti lavoratori.

Tra i vari enti che contano i precari ci sono quelli locali, ma anche le aziende sanitarie, l’A.S.U.. Il nuovo decreto, inoltre, consente la possibilità di instaurare dei rapporti di lavoro flessibile senza alcun costo aggiuntivo, a patto che tra i dipendenti non siano presenti figure che possano svolgere funzioni e servizi istituzionali.

Una svolta e un senso di rispetto del diritto al lavoro, almeno secondo il presidente della Regio, Rosario Crocetta. Il governatore, infatti, si è mostrato molto soddisfatto: la norma, infatti, rappresenta un dovuto riconoscimento del diritto alle ferie, alla malattia e alla maternità anche dei precari.

Molto critici invece quelli del Movimento 5 Stelle, che affermano come questa decisione assicura solo un continuità lavorativa, ma non stabilizza affatto nessuno e prende solamente in giro i lavoratori.

Commenti