Palermo, al via campagna di raccolta fondi per restaurare affreschi di Santa Cristina La Vetere

Palermo, al via campagna di raccolta fondi per restaurare affreschi di Santa Cristina La Vetere

PALERMO – Un evento imperdibile, legato ad una campagna di sensibilizzazione e valorizzazione culturale, negli spazi della Chiesa di Santa Cristina La Vetere a Palermo: a proporlo è l’associazione Itinerari del Mediterraneo, che organizza, per giovedì 29 giugno, la serata dal titolo “Alla corte medievale dell’antica Balarm: storie di Principi, Cavalieri e Santi sulla via dei pellegrini”, che si terrà a partire dalle 19:30.

L’evento, che ricade nel giorno della Festa dei Santi Pietro e Paolo, prenderà il via con un aperitivo di benvenuto che si terrà fino alle 20:00 nel Cortile dei Pellegrini, seconda traversa a destra di via Matteo Bonello, dietro la Cattedrale, e proseguirà con la sfilata del Corteo Reale Normanno animato da suoni e danze.

Lo spettacolo, che si concluderà alle 21:30, prevede scene e rappresentazioni tematiche che si svolgeranno tra la scalinata della Chiesa di San Pietro e Paolo, la Loggia dell’Incoronazione e il cortile della Chiesa di Santa Cristina; l’animazione dell’evento è affidata all’Associazione Teatrale Tema di Monreale.

“L’iniziativa – spiega l’architetto Antonella Italia, presidente di ItiMed – costituisce l’occasione per presentare alla collettività la campagna ‘Gli affreschi di Santa Cristina: un gioiello da salvare a Palermo’, che inaugureremo a conclusione della serata, con l’obiettivo di raccogliere fondi per restaurare i preziosi affreschi dei Santi Pietro e Paolo, custoditi nella piccola Chiesa normanna intitolata alla Santa che arrivò dal mare, transitando sulle sponde del fiume Papireto, diventando così una delle quattro patrone venerate a Palermo”.

Una campagna alla quale ItiMed ha dato il via in occasione del decennale di impegno attivo a tutela del patrimonio culturale, all’insegna di una mission che annovera proprio la Chiesa di Santa Cristina La Vetere quale luogo simbolo di attenzione per la storia e la valorizzazione dei luoghi.

La raccolta di fondi, che mira al coinvolgimento del cittadino nel ruolo di “custode” dei beni culturali, vede tra i partner la Fondazione Salvare Palermo, Qanat Edizioni, le associazioni culturali Aesculapio e Siciliando, l’Accademia di Psicologia Applicata e l’ente di formazione professionale FAE; alla presentazione della campagna interverrà Emanuele Drago, autore del fortunato libro “Palermo in un romanzo”.

Commenti