Al via la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti

Al via la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti

 PATERNÒ – Torna a Paternò la “Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti“. L’iniziativa rientra nel progetto “Paternò città educativa” e si presta alla riduzione dei rifiuti e all’aumento del rispetto da parte dei cittadini verso l’ambiente.

Venerdì 20 novembre, alle ore 17,30, a Palazzo Alessi avrà luogo la conferenza stampa di presentazione della “Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti” in programma dal 21 al 29 novembre, organizzata dall’ assessorato alla Cultura del Comune in collaborazione con il comitato “Mamme in Comune” e l’azienda Dusty.

Tema dell’iniziativa quest’anno sarà la dematerializzazione, un processo che mira a ridurre o eliminare del tutto l’utilizzo di materiali come la carta con la digitalizzazione dei documenti e l’erogazione di gas attraverso il car sharing.

Tale progetto rientra nell’ambito di “Paternò città pulita” che, come spiega l’assessore alla Cultura, Valentina Campisano, “punta a costruire una rete cittadina che si fa forza del contributo delle associazioni con l’obiettivo di rispondere alle esigenze educative emergenti, diffondendo la cultura della cittadinanza e favorendo il senso di appartenenza alla comunità”.

Nel corso della settimana sono previsti numerosi appuntamenti che vedranno come protagonisti in particolar modo i più giovani. Prima tappa sarà il concorso “ScArti in mostra” in cui gli studenti saranno chiamati a realizzare opere utilizzando materiali di riciclo. Seconda tappa saranno le visite guidate all’isola ecologica, con la possibilità di raccogliere la raccolta differenziata e ricevere in cambio dei buoni Eurodusty utilizzabili negli esercizi commerciali aderenti. 

La settimana si concluderà in Piazza Nino La Russa dove avrà luogo una Eco Festa aperta a tutti i cittadini. Vi saranno allestiti una mostra-mercato dell’artigianato, un mercatino delle pulci ed un’area dedicata al baratto di oggetti usati. Al termine tutti gli oggetti raccolti saranno donati alla ludoteca dell’Ospedale S.S.Salvatore, alle biblioteche di quartiere ed ai centri di accoglienza.

Commenti