Vendeva botti illegali a 14 anni: genitori ignari finiscono nel mirino dei servizi sociali

Vendeva botti illegali a 14 anni: genitori ignari finiscono nel mirino dei servizi sociali

CATANIA – Nella giornata di ieri, su disposizione del Questore, personale dipendente del Commissariato Borgo-Ognina ha effettuato controlli straordinari finalizzati alla prevenzione e repressione della vendita illegale dei fuochi pirotecnici in prossimità del Capodanno.

Nel corso di un controllo effettuato nel quartiere di Picanello, in via Duca degli Abruzzi, un minore di anni 14 è stato sorpreso mentre vendeva abusivamente numerosi articoli pirotecnici.

A seguito di accertamenti, è emerso che buona parte dei fuochi d’artificio appartenevano alla categoria 2, che ne vieta l’uso e la detenzione ai minori di anni 18.

Si è proceduto al sequestro degli articoli e a sanzionare il genitore del ragazzo con una multa per occupazione del suolo pubblico.

Pare che i genitori fossero ignari di tutto; i servizi sociali sono stati avvisati per verificare se esercitano in modo corretto la potestà genitoriale.

Ulteriore sequestro di fuochi d’artificio è stato effettuato in via Villa Gloria dove un soggetto, in modo del tutto illegale, vendeva un significativo quantitativo di fuochi pirotecnici. La merce è stata sequestrata e l’uomo è stato sanzionato con alcune multe.

La merce sequestrata è stata presa in consegna dal Reparto Annona per la successiva custodia negli uffici comunali idonei alla custodia.

sequestro-botti-2

Commenti