Succede a Catania e provincia: 31 gennaio POMERIGGIO

Succede a Catania e provincia: 31 gennaio POMERIGGIO

CATANIA – Ecco i fatti di cronaca più importanti di questo pomeriggio a Catania e provincia:

  • Gli agenti hanno fermato N.I., 27enne nato in Ghana, dopo la segnalazione di un furto d’auto. Il veicolo si trovava all’interno del parcheggio Barcellona, nel quartiere di San Cristoforo. Gli agenti si sono portati sul posto e hanno riscontrato la presenza di 22 motorini rubati, tutti privi di targa ed imballati con cellophane e stracci, probabilmente per essere poi trasportati via mare in paesi stranieri. I motorini sono stati sequestrati e restituiti ai legittimi proprietari. L’uomo è stato fermato mentre cercava di fuggire ed è stato condotto negli uffici della Questura. Dopo la perquisizione dell’abitazione di N.I., sono state rinvenute le chiavi dei motorini sequestrati nonché dei documenti contraffatti. In questo momento l’indiziato si trova nella casa circondariale di Piazza Lanza in attesa del giudizio del Giudice.
  • Tratto in arresto anche Najili Omar Vito, 29 anni, per resistenza a pubblico ufficiale, e denunciato in stato di libertà il minore M.B., 17 anni. I due si trovavano in via Cerere, nel quartiere Borgo, su una moto con la targa coperta dal nastro adesivo. Probabilmente i due avevano in mente di mettere in atto una rapina. Notando la presenza degli agenti, i giovani hanno tentato la fuga; Najili Omar Vito ha tentato di disfarsi di una pistola finta ma che riproduceva fedelmente una Beretta 92FS sequestrata successivamente dagli agenti. Adesso Najili Omar Vito si trova negli uffici della Questura di Catania, mentre il minore è ancora in stato di libertà.

Commenti