Succede a Catania e provincia: 27 gennaio MATTINA

Succede a Catania e provincia: 27 gennaio MATTINA

CATANIA – Carabinieri: ecco le operazioni più importanti di questa mattina.

  • I carabinieri della tenenza di Mascalucia hanno individuato e catturato un rapinatore, dopo un inseguimento di un centinaio di metri, mentre percorreva a piedi la Via Duca degli Abruzzi a Catania. L’uomo, il 23enne Salvatore Pandetta di Mascalucia, era destinatario di una ordinanza di custodia cautelare, emessa il 19 gennaio 2016 dal G.I.P. del Tribunale di Ascoli Piceno, poiché ritenuto responsabile di aver fatto parte di una associazione per delinquere finalizzata alle rapine e di aver preso parte in concorso a due rapine commesse in data 27 agosto 2015 in danno della Banca Unicredit di Porto d’Ascoli (AP) e il 14 ottobre 2015 in danno della banca Unipol di San Lazzaro di Savena (BO). L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato associato al carcere di Catania Piazza Lanza. 
Salvatore Pandetta

Salvatore Pandetta, 23 anni

  • I Carabinieri del Nucleo Radiomobile del Comando Provinciale di Catania hanno arrestato nella flagranza il 23enne catanese Daniele Rossello, poiché ritenuto responsabile di evasione. E’ stato l’equipaggio di una “gazzella” a riconoscerlo e bloccarlo mentre questi passeggiava in Piazza Giovanni Verga, in evidente violazione della misura restrittiva cui era sottoposto. L’arrestato, in attesa del giudizio per direttissima, è stato trattenuto in camera di sicurezza. 
Daniele Rossello

Daniele Rossello, 23 anni

  • I Carabinieri della Compagnia di Catania Piazza Dante hanno arrestato nella flagranza il 23enne catanese Marcello Pescatore, poiché ritenuto responsabile di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. Tra la Via Stella Polare e Via Vivaio, ieri sera, gli uomini del Nucleo Operativo hanno sorpreso il pusher mentre contrattava la cessione delle dosi con alcuni clienti. Accortosi della presenza dei militari si è disfatto della droga, gettandola, mentre velocemente si allontanava. Inseguito, è stato immediatamente bloccato ed ammanettato dopo pochi metri. Sul marciapiedi sono state rinvenute e sequestrate una decina di dosi di marijuana. L’arrestato, in attesa del rito per direttissima, è stato relegato agli arresti domiciliari. 
Marcello Pescatore

Marcello Pescatore, 23 anni

  • I carabinieri della compagnia di Paternò stanotte hanno arrestato, nella flagranza, il 37enne Alessandro Cafici di Santa Maria di Licodia, poiché ritenuto responsabile di coltivazione illecita di sostanze stupefacenti e furto aggravato. Gli elementi investigativi acquisti nei giorni scorsi dai militari del Nucleo Operativo hanno avuto l’esito sperato poiché a seguito della irruzione nella proprietà del reo e della successiva perquisizione del pertinente garage dove, celata da una parete di cartongesso, è stata scoperta una serra per la produzione di sostanze stupefacenti così composta: 85 piante di canapa indiana; 8 bottiglie di fertilizzante; 9 trasformatori di corrente elettrica e relativi condensatori; un sistema professionale di irradiazione. La droga ed il materiale sono stati sequestrati mentre l’arrestato attenderà il giudizio per direttissima agli arresti domiciliari. 
Alessandro Cafici

Alessandro Cafici, 37 anni

  • I Carabinieri della Stazione di Scordia hanno arrestato Gaetano Iacono, 41 anni, e Roberto Zammataro, 29 anni, del luogo, in esecuzione di una misura cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale di Caltagirone. Alla fine del mese di aprile 2016 i due malviventi avevano adocchiato e rubato una moto d’epoca custodita dal proprietario all’interno del garage privato. I militari, a seguito della denuncia della vittima, hanno raccolto una serie di elementi probatori che rappresentati all’Autorità Giudiziaria hanno consentito l’emissione dei provvedimenti restrittivi nei confronti dei due pregiudicati. Zammataro, assolte le formalità di rito, è stato ristretto agli arresti domiciliari mentre Iacono è stato raggiunto dal provvedimento nel carcere di Caltagirone dove è detenuto per altra causa sempre inerente ai reati contro il patrimonio. 
Iacono e Zammataro

Gaetano Iacono, 41 anni – Roberto Zammataro, 29 anni

Commenti