Succede a Catania e provincia: 17 febbraio MATTINA

Succede a Catania e provincia: 17 febbraio MATTINA

CATANIA – Polizia e carabinieri. Ecco i fatti di cronaca più importanti di Catania e provincia:

  •  La scorsa notte, personale appartenente all’U.P.G.S.P. ha arrestato il rumeno Ivan Petre, 32 anni, senza fissa dimora, per eseguire un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli per il reato di tentato furto aggravato. In particolare, durante il normale servizio di controllo del territorio, è stato fermato un individuo sospetto che ha fornito false generalità. A seguito di ulteriori accertamenti effettuati negli uffici della Questura è risultato che sull’uomo pendeva la revoca del decreto di sospensione dell’ordine di esecuzione per la carcerazione e il ripristino dello stesso ordine emessi dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli in data 28/11/2016, dovendo espiare la pena di 6 mesi e 20 giorni di reclusione per il reato di tentato furto aggravato. Alla luce di quanto sopra, l’uomo è stato denunciato per il reato di false generalità, nonché arrestato in esecuzione dell’ordine di carcerazione e, su disposizione del pubblico ministero di turno, condotto nella casa circondariale Piazza Lanza di Catania.
  • La polizia postale e delle comunicazioni di Catania ha denunciato un uomo di 39 anni, residente a Siracusa, ritenuto responsabile di frode informatica per avere avuto accesso a conti correnti on-line acquisendo illecitamente oltre 60.000 euro.  Le indagini compiute dalla polizia hanno permesso alla Procura Distrettuale di Catania di disporre la perquisizione personale ed informatica nei confronti dell’indagato. La perquisizione, operata da personale della sezione polizia postale e delle comunicazioni di Siracusa, ha consentito di sequestrare dispositivi elettronici utili per duplicare carte di credito (skimmer, pos), computer e carte prepagate attinenti alle indagini. Inoltre, nel corso delle operazioni, è stata rinvenuta una pistola con matricola abrasa, il soggetto è stato arrestato e, su disposizione del pubblico ministero della Procura di Siracusa, condotto nella casa circondariale. In particolare, le investigazioni erano state avviate a seguito della denuncia di un siracusano a cui erano stati sottratti dal suo conto corrente on-line circa 60.000 euro. La polizia postale svolgerà adesso gli accertamenti tecnici sul materiale informatico sequestrato per identificare ulteriori possibili vittime.
  • I carabinieri della stazione di Catania Librino hanno arrestato Gianluca Torrisi, 20enne, catanese, già sottoposto agli arresti domiciliari per droga, dando esecuzione ad un’ordinanza di aggravamento della misura cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Catania. Il provvedimento scaturisce dalle diverse evasioni commesse dal giovane ed accertate dai carabinieri che sono state segnalate all’autorità giudiziaria. L’arrestato, espletate le formalità di rito è stato ristretto nel carcere di Piazza Lanza.
Gianluca Torrisi, 20 anni

Gianluca Torrisi, 20 anni

  • I carabinieri della stazione di Trecastagni hanno arrestato Carmela Polizzi, 56enne, del luogo, su ordine di carcerazione emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Catania. La donna dovrà espiare la pena di 2 anni, 2 mesi e 10 giorni di reclusione poiché riconosciuta responsabile di estorsione in concorso, commessa a Catania nel 2012 ai danni di un commerciante. L’arrestata è stata associata nel carcere di Piazza Lanza, come disposto dall’autorità giudiziaria. 

POLIZZI Carmela

Commenti