“Spacciano anche alla villa, aiutateci”: i genitori inchiodano uno spacciatore. IL VIDEO

“Spacciano anche alla villa, aiutateci”: i genitori inchiodano uno spacciatore. IL VIDEO

RAGUSA –C’è un ragazzo che va sempre in sala giochi ed è molto più grande dei nostri figli, non ci piace, secondo noi spaccia anche alla villa; abbiamo letto di tutti gli arresti che avete fatto in questi giorni, aiutateci“, queste le parole che i genitori di alcuni adolescenti ragusani avevano riferito alla polizia.

A Ragusa si tratta ormai di una vero e proprio allarme: il fenomeno dello spaccio e del consumo di sostanze stupefacenti sembra aver subito un’impennata, soprattutto tra i più giovani. Non è un caso che negli ultimi quindici giorni siano già stati individuati e arrestati ben 11 spacciatori.

L’ultima segnalazione in merito è arrivata proprio da un gruppo di genitori, che dopo aver letto sui giornali diverse notizie riguardante l’arresto di spacciatori, ha iniziato a guardare con sospetto un uomo che si aggirava spesso vicino Villa Margherita e la vicina sala giochi. A seguito della segnalazione la Squadra Mobile di Ragusa e la sezione narcotici hanno iniziato ad indagare sul ragazzo.

Questo, identificato in Giuseppe Sanna (35 anni, pluripregiudicato originario di Ragusa), frequentava la zona di Villa Margherita per spacciare. Per passare inosservato aveva spesso con sé il cane: in molti ritenevano infatti che le sue passeggiate servissero per dare ristoro al suo amico a quattro zampe. Agli agenti, allertati dalla sua fedina penale, è bastato davvero poco per comprendere che i timori dei genitori ragusani non erano infondati.

La conferma è arrivata nel momento in cui il pluripregiudicato apriva le porte di casa ad adolescenti già conosciuti in zona come abituali assuntori di sostanze stupefacenti. Proprio il contatto con uno di questi ragazzi, evidentemente un cliente abituale, ha dato l’occasione ai poliziotti di intervenire.

La polizia ha visto Giuseppe Sanna mentre, vicino Villa Margherita, parlava con un giovane tossicodipendente. Da lì a poco l’uomo si è allontanato dal suo interlocutore il quale è rimasto sul posto ad attendere qualcosa o qualcuno. Lo spacciatore è andato verso casa per prendere la merce da consegnare al suo acquirente. 

Gli agenti l’hanno quindi pedinato e, giunti a casa, sono entrati in azione perquisendo l’appartamento.

ragusa droga spacciatore

La squadra mobile di Ragusa ha trovato così 200 dosi di hashish. L’uomo aveva da poco finito di scontare l’ennesima pena, stavolta arresti domiciliari; dati i tentativi di evasione, il pubblico ministero di Ragusa ha stabilito che venisse rinchiuso in carcere in attesa di un’udienza di convalida.

Commenti