Sospesi 24 mila turnisti della forestale. Scioperi tra Palermo, Messina, Catania e Enna

Sospesi 24 mila turnisti della forestale. Scioperi tra Palermo, Messina, Catania e Enna

PALERMO – Continuano i problemi economici della Regione Sicilia, 24.000 turnisti della forestale sono stati sospesi dal lavoro. 

È passato poco più di un mese dal 15 settembre quando il presidente Rosario Crocetta aveva detto “si” alla realizzazione di una manovra finanziaria che potesse aiutare i forestali a mantenere il loro posto di lavoro. 

Solo la scorsa settimana la regione aveva assicurato ai sindacati che non ci sarebbero state sospensioni almeno fino al 30 ottobre, in attesa della delibera Cipe che avrebbe destinato 88 milioni di euro alle attività dei forestali, un impegno che oggi non ha alcun tipo di validità come denunciato dai tre segretari generali Salvatore Tripi, Fabrizio Colonna e Gaetano Pensabene. 

Questa mattina ha avuto ufficialmente inizio lo sciopero, sostenuto dalla Flai, Fai e Uila, che si è svolto con presidi davanti la Presidenza della Regione e dell’Azienda dei forestali a Palermo e davanti le sedi presenti a Catania e Messina.

La protesta ha raggiunto toni accesi nel comune di Enna dove ieri sera gli uomini della forestale hanno bloccato gli ingressi principali della città.

La manifestazione successivamente è stata sospesa in tarda serata dopo che un automobilista ha investito uno dei manifestanti.

La dinamica dell’incidente è ancora in fase di accertamento, ma questa mattina i precari sono tornati a bloccare l’ingresso e l’uscita da Enna a residenti e pendolari. 

Le sigle sindacali hanno annunciato di procedere ad oltranza e nei prossimi giorni potrebbe essere organizzata una manifestazione regionale a Palermo. 

Commenti