Rapine ed estorsioni con violenza e minacce: sgominata “banda” marsalese

Rapine ed estorsioni con violenza e minacce: sgominata “banda” marsalese

PETROSINO – I carabinieri della compagnia di Marsala hanno arrestato Giuseppe Bonafede (foto a sx), petrosileno di 36 anni, e Gaspare D’Aguanno (foto a dx) , 31enne residente a Strasatti.

In particolare, l’indagine, diretta dal Luogotenente Andrea D’incerto, sono stati arrestati con l’accusa di estorsione compiuta ai danni di un ragazzo petrosileno la scorsa estate.

Ai due è stato contestato di aver richiesto a un proprietario di un noto Bar di Petrosino 100 euro, minacciandolo di sottrargli del materiale da lavoro che portava a bordo del suo furgoncino. Il ragazzo, per evitare di subire danni, aveva consegnato sotto costrizione 50 euro che aveva con sé.

BONAFEDE GIUSEPPE (1) d'aguanno gaspare cl. 1986 (2)

Inoltre D’Aguanno è stato accusato di altri due reati commessi lo scorso settembre; secondo i risultati delle indagini sarebbe responsabile di rapina e danneggiamento di un bar di contrada Fornara quando, dopo aver rubato 50 euro dal registratore di cassa, ha danneggiato alcuni frigoriferi e una vetrina da dove poi era scappato. Mentre scappava, aveva minacciato i presenti di chiamare suo padre, Vincenzo D’Aguanno, arrestato precedentemente durante la maxi operazione posta in essere dai Carabinieri.
I due sono stati arrestati nelle loro case e portati in caserma e condannati agli arresti domiciliari fino all’inizio del processo.

Sempre i carabinieri della compagnia di Marsala, avevano arrestato Maurizio Sansica, marsalese di 41 anni, ritenuto responsabile di due rapine a mano armata compiute contro due donne all’uscita dagli istituti di credito, e Gaspare D’Aguanno, cugino dell’attuale indagato, autore di sei furti, una rapina e due tentate estorsioni in meno di un anno. Questo tipo di attività, svolta dai carabinieri della compagnia di Marsala, si inserisce in un quadro più ampio di controlli svolti costantemente su tutto il territorio ricompreso tra i comuni di Marsala e Petrosino, finalizzati alla prevenzione ed alla repressione dei reati contro la persona ed il patrimonio.

Commenti