A Palermo con l’app di Addiopizzo si scopre la città pizzo-free

A Palermo con l’app di Addiopizzo si scopre la città pizzo-free

PALERMO – Una mappa di Palermo e due nuove app per scoprire una città pizzo-free e fare consumo critico tra imprenditori e commercianti iscritti ad Addiopizzo.

È l’iniziativa del comitato Addiopizzo presentata oggi a Villa Niscemi, sede del Comune di Palermo, alla presenza del Presidente del Senato, Pietro Grasso, del Procuratore di Palermo Francesco Lo Voi, del commissario nazionale antiracket Santi Giuffrè, e del sindaco, Leoluca Orlando.

Una app permetterà di individuare tramite geolocalizzazione tutti gli operatori economici iscritti ad Addiopizzo, cercandoli per categoria merceologica o per quartiere, distinguendoli anche per servizi alle imprese al cliente.

Una guida digitale al consumo critico, che si affianca a quella cartacea che periodicamente l’associazione distribuisce gratuitamente. Con l’app Addiopizzo sarà possibile anche seguire il progetto per l’investimento collettivo, individuando i negozi convenzionati o accedendo all’area personale per votare il progetto preferito tra quello scelto su Piazza Magione e quello nel Parco della Favorita.

Gli altri due strumenti sono pensati invece per i turisti.

Commenti