Pachino, donna ustionata da acqua minerale contenente acido

Pachino, donna ustionata da acqua minerale contenente acido

PACHINO – Poteva andare peggio ad una signora di 47 anni di Pachino, in provincia di Siracusa che, sabato scorso, ha rischiato la vita a causa di una bottiglia di acqua minerale di una nota marca. 

A lanciare la notizia ci ha subito pensato l’amica della signora che ha postato una foto sul gruppo Facebook “Pachinesi nel mondo” in cui si evinceva la grave situazione del braccio quasi completamente deturpato dall’acido contenuto nell’acqua. 

Secondo quanto riportato alcune ore dopo dal sito Pachinocamnews.it, non appena la signora ha svitato il tappo della bottiglia, si è subito innescata una reazione chimica che ha prodotto una violenta esplosione che ha coinvolto il braccio sinistro della vittima che ha iniziato sin da subito a bruciare creando solchi e vesciche. Dalla bottiglia in questione si notava un piccolo forellino vicino al tappo che si pensa sia stato effettuato per inserire l’acido con una siringa. 

Alcune ore dopo, la signora ha denunciato l’accaduto al Commissariato di Pachino che ha avviato delle procedure per il supermercato che, il giorno dopo, ha postato sul profilo Facebook un comunicato che confermava il caso isolato della confezione di acqua minerale consigliando, però, di controllare ogni qualvolta si acquista qualcosa, la confezione. 

Commenti