Musumeci nuovo presidente dei radioamatori catanesi

Musumeci nuovo presidente dei radioamatori catanesi

CATANIA – Il nuovo consiglio direttivo della sezione catanese dell’ARI – Associazione Radioamatori Italiani – ha proceduto all’assegnazione delle cariche, scegliendo all’unanimità Vincenzo Musumeci come nuovo presidente. Musumeci, che succede a Vito Baturi che rimane comunque nel c.d. come consigliere, è da 21 anni membro della sezione catanese Aldo Abate, e si è sempre speso a favore dell’associazione promuovendo iniziative e attività utili a far conoscere questo mondo, per molti sconosciuto, ma ricco di fascino. Una formazione, quella di Musumeci, che gli ha permesso anche di essere sempre presente nelle emergenze che riguardano Catania: con l’ARI ha infatti spesso partecipato alle operazioni di Protezione Civile per l’aspetto radiocomunicazioni, sia durante gli eventi naturali sia durante le attività consuete come i festeggiamenti Agatini.

Noi radioamatori abbiamo un compito importantissimo in questi come in altri casi; poter presiedere da oggi il consiglio direttivo di questa sezione è per me un onore e una grossa responsabilità – ha dichiarato Vincenzo Musumeci appena eletto -. Vorremmo coinvolgere maggiormente nelle attività della sezione tutti i soci, in particolare coloro che per vari motivi oggi sono meno presenti, ma soprattutto vorremmo coinvolgere sempre di più i giovani che, presi da smartphone e tablet, sconoscono quanto bello e utile sia utilizzare una radio per comunicare con tutto il mondo, anche con i posti più lontani ed impensabili. Col c.d. ci impegneremo quindi affinché venga promossa una serie di iniziative per portare l’Ari fuori dalla sua sede: nelle scuole, attività istituzionale dell’associazione, e nei luoghi dove ci sia aggregazione e coinvolgimento della gente. Insomma dobbiamo lavorare tutti insieme affinché il mondo dei radioamatori non rimanga un mondo sconosciuto ai più“.

Vincenzo Musumeci sarà coadiuvato nella sua attività dal vicepresidente Ezio Sgroi, da Giuseppe Cucurullo, tesoriere, e Daniele Zompi, segretario.

Commenti