Medaglie d’oro e riconoscimenti agli avvocati di Catania

Medaglie d’oro e riconoscimenti agli avvocati di Catania

CATANIA – Nei giorni scorsi nei saloni di un noto albergo catanese, si è svolta la tradizionale cerimonia della consegna dei riconoscimenti agli avvocati catanesi che hanno raggiunto prestigiosi traguardi. La serata, alla quale hanno partecipato numerosissimi avvocati del Foro, i loro familiari ed amici, ha visto anche la presenza di magistrati rappresentanti degli Uffici Giudiziari catanesi.

In apertura, il presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Catania, Maurizio Magnano di San Lio, nel porgere il benvenuto ai presenti, ha posto l’accento sull’importanza e sulla rilevanza della manifestazione che va ben al di là di quella che è la mera consegna di medaglie e riconoscimenti, in quanto vede racchiuso tutto l’esercizio della professione forense dall’alba di essa con la consegna delle toghe ai giovani avvocati che si sono distinti nelle prove dell’esame di abilitazione, ai meno giovani, che hanno raggiunto i 50 ed i 60 anni di iscrizione all’albo, ed ai quali sono state consegnate le medaglie d’oro, per passare agli avvocati che hanno ricevuto il riconoscimento ed il ringraziamento del Consiglio e dell’Avvocatura per l’impegno istituzionale profuso.

Il presidente Magnano di San Lio, ha evidenziato, nel suo intervento, l’importanza del momento in considerazione del ruolo dell’Avvocatura ed il suo rapporto con il cittadini ancora più forte in un momento di grave crisi economica quale quella che sta attraversando il Paese. L’Avvocatura, ha sostenuto il presidente dell’Ordine, è pronta a sostenere quel ruolo assegnatole dalla Legge di Riforma della Professione, senza abdicare da quei principi fondamentali dell’autonomia, dell’onore e del decoro. Naturalmente, tutto ciò nell’imprescindibile esigenza di preservare l’indipendenza dell’avvocato, seguendo proprio l’esempio proveniente dalle figure che hanno ricevuto il riconoscimento a conferma della tradizione del Foro catanese.

La serata è quindi proseguita, alla presenza dell’intero Consiglio, con la consegna dei riconoscimenti ed il saluto e ringraziamento da parte dei premiati che non hanno voluto fare mancare ai presenti il loro contributo. Questi i premiati: Medaglia d’oro per i 60 anni di professione: Alessandro Attanasio, Michelangelo Randazzo; Medaglia d’oro per i 50 anni di professione: Giuseppe Blanco Mancini, Rosa Maria Casalaina, Armando Corica, Sebastiano Dato, Luigi Guerrera, Dino Magnano, Antonino Mirone Costarelli, Carmelo Paparo, Vincenzo Parisi, Salvatore Pistorio, Nello Pogliese, Santo Santonocito, Andrea Scuderi, Luigi Tafuri, Lucio Vacirca; Toga per il migliore punteggio conseguito all’esame di abilitazione alla professione di avvocato anno 2013: Roberta Di Mauro; Toga per il più giovane che ha superato l’esame di abilitazione alla professione di avvocato anno 2013: Graziella Pappalardo; Riconoscimento agli avvocati che hanno ricoperto la carica di Consigliere dell’Ordine: Diego Geraci, Antonino Ciavola e Fabrizio Seminara.

È stato, infine, celebrato il 50° anniversario del periodico dell’Ordine “Vita Forense”: sono stati premiati numerosi redattori di oggi e di ieri, l’attuale direttore avv. Isidoro Barbagallo e grande commozione ha suscitato il ricordo del direttore storico della rivista e indiscussa guida avv. Silvestro Stazzone, scomparso da qualche anno e premiato alla memoria.

Commenti