Lettera di encomio per il bagnino palermitano che ha salvato due bambini dall’annegamento

Lettera di encomio per il bagnino palermitano che ha salvato due bambini dall’annegamento

PALERMO – Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha consegnato una lettera di encomio al ventiduenne Pietro D’Angelo che lo scorso 7 settembre ha soccorso in mare due bambini di appena dieci anni. 

Secondo quanto avvenuto Pietro D’Angelo, bagnino del lido Cala Levante, aveva notato i due bambini seduti su uno scoglio a ridosso del mare.

Il ragazzo, avendo percepito la pericolosità del mare e del posto in cui erano seduti, si stava dirigendo verso loro per richiamarli e farli allontanare.

Pietro D’Angelo non ha avuto nemmeno il tempo di raggiungere i due ragazzini che, nel giro di pochi attimi, sono stati colpiti da un’onda e trascinati in mare e così ha deciso istintivamente di tuffarsi in mare per salvarli. 

Fortunatamente la vicenda non ha avuto un epilogo tragico e i due bambini hanno riportato solo lievi ferite alla testa e alle gambe.  

Il gesto del bagnino ventiduenne non è passato inosservato agli occhi del sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, che durante la consegna del riconoscimento ha dichiarato: “Mi è sembrato doveroso esprimere gratitudine ed apprezzamento per un gesto che ha dimostrato grande coraggio ma soprattutto grande professionalità, grazie al quale si è evitata una tragedia perché questo mio riconoscimento consegnato nelle mani di Pietro è rivolto idealmente a tutti gli operatori di salvamento che si adoperano per rendere più sicure le nostre coste

Durante l’incontro, avvenuto a Villa Niscemi, era presente anche l’istruttore del ragazzo, Marco La Manna.

Commenti