Entra in ospedale per trasfusione, ma contrae Hiv e muore: risarcimento di 600 mila euro

Entra in ospedale per trasfusione, ma contrae Hiv e muore: risarcimento di 600 mila euro

PALERMO – Hanno ottenuto un risarcimento pari a 600 mila euro per la morte di Francesco Musarca, entrato in ospedale per una normale trasfusione di sangue che gli ha causato il contagio del virus Hiv.

Si tratta dell’epilogo di una storia tragica iniziata nel 1990 e terminata nel 2013 proprio con il decesso di Musarca.

A stabilire il risarcimento nei confronti della moglie e dei figli, è l’avvocato Paolo Palma, come stabilito dalla sentenza del tribunale di Palermo.

Già nel 2008 era stata accertata la responsabilità del Ministero per la contrazione dell’infezione che aveva portato alla morte.

Nel dettaglio, si tratta di 200mila euro per la moglie e di 190mila euro ciascuno ai due figli. Il ministero dovrà pagare anche le spese legali. 

Foto di repertorio

Commenti