Controlli a Messina contro le “stragi del sabato sera”

Controlli a Messina contro le “stragi del sabato sera”

MESSINA – La scorsa notte numerose pattuglie dei carabinieri di Messina si sono impegnate in un’operazione col fine di prevenire il triste fenomeno delle “stragi del sabato sera”.

I carabinieri hanno dispiegato le forze, con l’impiego oltre che di numerose gazzelle anche dei motociclisti, che hanno controllato le vie litoranee della città e diversi punti di aggregazione dei giovani muniti di etilometro, per incrementare il livello di percezione della sicurezza sulle principali arterie stradali, soprattutto per ciò che concerne l’abuso di alcool e droga.

I risultati non si sono fatti attendere. Ci sono stati due arresti: un 37enne, Letterio Calarese, arrestato per violazione degli arresti domiciliari, e un 44enne, Liberato Gargiulo, sottoposto a sorveglianza speciale perché sorpreso alla guida della propria macchina nonostante gli fosse stata revocata la patente e arrestato per violazione della misura. Entrambi sono in attesa del rito direttissimo.

Inoltre, 3 messinesi, tra i 20 e i 40 anni, sono stati denunciati perché sorpresi alla guida dell’auto in evidente stato di ebbrezza con l’immediato ritiro delle patenti di guida.

Altre 3 persone sono state denunciate per vari reati: si tratta di un 20enne, fermato per possesso ingiustificato di armi bianche, cioè un coltello a serramanico lungo 20 centimetri, un 34enne, denunciato per vendita di merce contraffatta ed un 20enne sorpreso alla guida di una macchina nonostante fosse privo di patente. 13 soggetti infine, tutti di età compresa tra i 20 e i 40 anni, sono stati segnalati alla prefettura perché scoperti a fare uno di stupefacenti, come hashish e marijuana.

Nel corso del servizio sono state inoltre controllate altre 90 persone e 50 mezzi, sequestrate 10 autovetture prive di copertura assicurativa e ritirate 6 patenti di guida. I controlli continueranno nelle prossime settimane.

Commenti