Cara di Mineo: Castiglione chiede e ottiene il giudizio immediato

Cara di Mineo: Castiglione chiede e ottiene il giudizio immediato

CATANIA –  Il sottosegretario all’Agricoltura, Giuseppe Castiglione, ha chiesto e ottenuto dal Gip d Catania, Santo Mirabella, il giudizio immediato in merito al processo che lo vede tra i protagonisti dell’inchiesta sulle gare d’appalto per la gestione dei servizi del Cara di Mineo fra il 2011 e il 2014; secondo l’accusa Castiglione avrebbe concordato, insieme a Odevaine e Ferrara, il bando di gara per essere appositamete gestito dall’Ati. Inoltre a Castiglione, al sindaco di MIneo, Anna Aloisi e a Paolo Ragusa, in qualità di presidente del consorzio Sol Calatino, è stato contestato anche il reato di corruzione.

La Procura distrettuale di Catania aveva chiesto il rinvio a giudizio per 17 indagati, ma Castiglione ha sorpreso tutti chiedendo il giudizio immediato, richiesta accolta.

Il 28 marzo si terrà l’udienza che chiuderà il caso.

 

Commenti