Autorità portuale: fondi Pon per rilancio nella Sicilia orientale

Autorità portuale: fondi Pon per rilancio nella Sicilia orientale

CATANIA – In arrivo una pioggia di milioni  nel porto di Catania che adesso rientra nel “Programma Operativo Nazionale” (Pon) 2014-2020.

Lo ha reso noto il sindaco Enzo Bianco insieme al commissario dell’autorità portuale di Catania, Cosimo Indaco, ed al comandante della direzione marittima della Sicilia orientale, Nunzio Martello.

Sono, infatti, previsti diversi interventi nell’ambito della strategia di sviluppo nell’area logistica integrata di interesse nazionale ed europeo che ha un budget complessivo di 1.8 miliardi di euro.

Nel quadrante orientale, nel 2013, il porto di Catania ha movimentato 5,8 milioni di tonnellate di merci e circa 30 mila teu (l’unità di misura dei container), mentre il porto di Augusta ha lavorato 26,9 milioni di tonnellate di merci e circa 200 mila teu.

La quota “Ro’Ro” (navi traghetto) di Catania è nettamente preponderante  mentre i porti di Augusta e Messina si specializzano soprattutto nelle rinfuse liquide.

Nell’ambito della strategia di sviluppo devono essere effettuati una serie di interventi nei porti di Augusta e Messina e sull’interporto di Catania, e sarà inoltre necessario potenziare la tratta ferroviaria Catania-Siracusa.

Commenti