Accoltella due ragazzi dopo una lite. Cubano arrestato a Randazzo

Accoltella due ragazzi dopo una lite. Cubano arrestato a Randazzo

CATANIA – Una serata tra amici in paese, una passeggiata al fresco in una sera di tarda estate, qualche birra con gli amici in un locale, nulla potrebbe far pensare che tutto potrebbe cambiare improvvisamente. Basta un commento pesante fatto ad una ragazza, basta il maschilismo becero che affligge le poveri menti di certi maschi, bastano i fumi dell’alcool. 

Quello che è successo la scorsa notte a Randazzo è solo l’ennesimo caso di violenza e non sarà neppure l’ultimo.

Ma veniamo ai fatti: domenica sera un gruppo di amici, tutti di Randazzo, sta trascorrendo una normale serata in un locale della cittadina, quando VARGAS SANCHEZ, un uomo cubano di 34 anni, ha iniziato a “commentare” con volgari “apprezzamenti” una delle ragazze. Immediata la reazione dei ragazzi che hanno iniziato una pesante discussione con Sanchez, degenerata in rissa. Alle 4,00 la segnalazione al comando dei Carabinieri per sedarla. Intervenuti i militari la situazione sembrava rientrata ma Sanchez, dopo pochi minuti, è tornato, questa volta armato di un coltello,  con una lama di oltre 27 cm, ed ha tentato prima di accoltellare al torace uno dei ragazzi, fortunatamente mancandolo ma colpendo la coscia, poi si è fiondato verso l’addome di un altro dei giovani ma il fendente ha solo strappato la camicia. Raccolte le prime testimonianze i militari hanno seguito le tracce dell’assalitore sino a scovarlo nei pressi della Stazione circumetnea del piccolo centro montano, con ancora tra le mani il grosso coltello insanguinato. Immobilizzato, lo hanno condotto in caserma per gli accertamenti.

Commenti