Enna: Assoconsumatori contro la speculazione di Acquaenna

ENNA – Ancora bufera nella provincia ennese. L’oggetto sempre lo stesso: l’acqua. Se prima il problema era legato alla mancanza di acqua nelle ultime settimane, adesso la polemica nasce in seguito alle nuove imposte applicate da Acquaenna ai consumatori.

A tutelare i cittadini è intervenuta l’Assoconsumatori, dato che la ditta che gestisce la distribuzione idrica avrebbe incrementato i contributi da versare da parte dei cittadini richiedendone un anticipo.

Cosa assolutamente illegale, spiega l’Assocosumatori, in base all’articolo 3, comma 4 dell’autority n.86/2013.

Oltre a questo ci sarebbero anche altre richieste incomprensibili. L’Acquaenna, infatti, vorrebbe un ulteriore conguaglio economico per le partite di acqua pregresse, nonostante quelle che vanno dal 2005 al 2009 sia cadute in prescrizione.

Commenti