Tra rapine e immigrazione clandestina, scattano diverse misure cautelari: il bilancio dei controlli

Tra rapine e immigrazione clandestina, scattano diverse misure cautelari: il bilancio dei controlli

TRAPANI – Una settimana di intensa attività della Squadra Mobile della Questura di Trapani. Diverse misure cautelari ed arresti eseguiti, sia di cittadini italiani che stranieri.

Oltre a 7 tunisini rientrati clandestinamente in Italia, tre dei quali destinatari anche di provvedimenti restrittivi per vari reati, sono stati tratti in arresto un ladro seriale, che aveva effettuato numerosi furti in città, con lui arrestati diversi altri soggetti.


Raggiunti da misure cautelari, in particolare, due minorenni, uno finito in carcere per aver violato gli obblighi di una precedente misura meno afflittiva, l’altro collocato ai domiciliari in una comunità, per aver rapinato nei giorni scorsi due giovani che transitavano a bordo di uno scooter nel pieno centro storico di Trapani.

Arrestati poi un 43enne e un 36enne, destinatari di ordini di carcerazione per diversi reati che vanno dalla truffa, alla detenzione di armi, allo spaccio di stupefacenti ed alla falsificazione di monete.

A finire in carcere, infine, un 70enne di Salemi, destinatario di un ordine di carcerazione in forza del quale dovrà scontare oltre 9 anni, per un cumulo di pene in materia di stupefacenti.

Foto di repertorio