Scappa all’alt dei carabinieri ma si schianta contro cabina elettrica: atto di furberia costa caro a un 31enne

Scappa all’alt dei carabinieri ma si schianta contro cabina elettrica: atto di furberia costa caro a un 31enne

MARSALA – Pensava di farla franca e di scappare all’alt dei carabinieri ma l’epilogo non è stato affatto quello sperato, probabilmente anche peggio.


Un uomo di 31 anni, residente a Roma, Gioacchino Giuseppe Ragaccio, nel tentativo di sfuggire ha probabilmente accelerato troppo tanto da schiantarsi contro una cabina dell’Enel; la sua corsa, infatti, è proseguita a piedi ma è stato comunque fermato dai carabinieri a Marsala (TP).


Il 31enne aveva motivo di temere un controllo: era senza patente e il veicolo non era assicurato. Per di più, si è pure rifiutato di sottoporsi agli accertamenti antidroga.

Il giudice per le indagini preliminari ha convalidato l’arresto e Ragaccio è stato posto agli arresti domiciliari. Ma non è tutto: infatti, per lui è stato disposto l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per tre volte a settimana. Un atto di “furberia” che è costato caro.

Immagine di repertorio