Muore un uomo durante il soccorso e i familiari distruggono l’ambulanza. I sanitari: “Non è la prima volta”

Muore un uomo durante il soccorso e i familiari distruggono l’ambulanza. I sanitari: “Non è la prima volta”

TRAPANI – Si è verificato oggi a Trapani un episodio di violenza nei confronti del personale del 118.

Subito dopo aver avvertito un malore, un uomo di 61 anni è stato soccorso dai sanitari. Nonostante il tempestivo intervento, ogni tentativo di salvare il malcapitato si è rivelato vano, infatti il 61enne è deceduto poco dopo.


La morte dell’uomo ha immediatamente scatenato l’ira dei familiari che, distrutti dal dolore, hanno iniziato a colpire l’ambulanza con alcune mazze.

Notevoli i danni sul parabrezza che è stato fortemente danneggiato, ma i congiunti della vittima non si sarebbero limitati a questo: avrebbero anche distrutto gli altri vetri del mezzo.

È l’ennesimo episodio di incomprensibile violenza“, dicono dal Mud 118, l’associazione di categoria che assiste tutti i dipendenti. “Noi prestiamo servizio e veniamo aggrediti. Comprendiamo il dolore per i familiari, ma non accettiamo simili azioni che condanniamo con forza. Non è la prima volta che denunciamo questi episodi ma ci sentiamo ad oggi come degli urlatori della valle dell’eco“.

Foto di repertorio