Malore per turista tra Cala Capreria e cala Disa, trasportata in elisoccorso all’ospedale

Malore per turista tra Cala Capreria e cala Disa, trasportata in elisoccorso all’ospedale

TRAPANI – Continuano gli interventi del Soccorso Alpino e Speleologico Siciliano e 82° Csar dell’Aeronautica Militare nella Riserva naturale orientata dello Zingaro. Questa volta i soccorritori hanno salvato una turista genovese che era stata colta da un malore.

L’allarme è scattato poco prima delle 14 quando la ragazza, in escursione con un gruppo di amici, si è accasciata a terra mentre percorreva il sentiero tra Cala Capreria e Cala Disa, in una zona priva di ripari.


I soccorsi

Preoccupati per le sue condizioni, gli amici hanno lanciato l’allarme chiamando il Numero Unico di Emergenza 112. Trattandosi di ambiente impervio, la centrale del 118 ha chiesto l’intervento del Soccorso Alpino che ha attivato l’Aeronautica Militare.

Dall’aeroporto di Trapani Birgi è decollato un elicottero HH 139B dell’82° centro Csar che ha imbarcato due tecnici del SASS per trasportarli pochi minuti dopo sul luogo dell’infortunio.

L’equipaggio ha raggiunto la ragazza, l’ha imbracata col triangolo di evacuazione e issata a bordo con il verricello per sbarcarlo al campo sportivo di Castellammare del Golfo dove ad attenderla c’era un’ambulanza del 118 che l’ha trasportata all’ospedale di Alcamo.

Sul posto una pattuglia di carabinieri della compagnia di Alcamo e il personale dell’impianto sportivo.

I precedenti

Da maggio ad oggi sono stati 9 gli interventi portati a termine con l’elicottero nella riserva dello Zingaro, altri 7 tra isole Egadi ed Eolie.

Ieri era stato portato a termine un intervento congiunto per un turista belga di 51 anni che si è infortunato vicino Cala Capreria.

Foto di repertorio